Caos Santa Fiora: se ne vanno tecnico e giocatori

Nella foto il tecnico Infantino in azione

Un fulmine a ciel sereno scombina i piani dell’Intercomunale Santa Fiora. La società rossoverde, che si stava preparando alla Seconda Categoria, è caduta nel caos. La società ha infatti comunicato a tutti i giocatori, compreso il tecnico, il cambio di programma per la prossima stagione.  Una scelta dovuta ad alcune difficoltà societarie, e che lascia per adesso i giocatori e l’allenatore a piedi per l’anno calcistico che si appresta ad iniziare.

11 Comments
  1. Pianese 4 anni ago
    Reply

    Soldi risparmiati

    • uccellino 4 anni ago
      Reply

      Credo non solo questi 4 ..ci sono minimo altri 6 o 7 in partenza..

  2. Ahuuu 4 anni ago
    Reply

    Amitensis e ora????

  3. ruben botta 4 anni ago
    Reply

    come al solito ma se non ci sono soldi ma che comprate io voglio sapere poi soldi risparmiati hahahah voglio vedere quanto ti danno oraa a tee

    • Amiatensis 4 anni ago
      Reply

      E’ certamente il caso di puntualizzare che il “taglio” non ha riguardato solo i quattro giocatori citati ma, a quanto mi è stato riferito dal DS Tattarini ieri sera, l’argomento è stato affrontato con tutta la squadra, una volta rientrata negli spogliatoi dopo l’allenamento. E’ evidente che quello che si è verificato ieri sera al Campo di Santa Fiora è stato per tutti un vero e proprio fulmine a ciel sereno e ha rappresentato un epilogo assolutamente sorprendente ed inaspettato anche per me, che pure ero a conoscenza delle difficoltà ( metereologiche certamente, ma purtroppo anche di altra natura…) incontrate con la Sagra di quest’anno.
      Sembrava però che, con l’impegno di tutti, gli ostacoli potessero essere rimossi ma, evidentemente, così non è stato.
      In giornata spero di capirci un po’ di più.

  4. grifos 4 anni ago
    Reply

    Massima serietà’ aS.Fiora solo ora si accorgono di avere difficoltà’?roba da pazzi…

  5. lucio 4 anni ago
    Reply

    Amiatensis non dici niente del grande santa fiora si dice siano rimasti in tre

  6. lucio 4 anni ago
    Reply

    Almeno non pagano questa stagione e nemmeno quelli che avanzavano anno scorso ottima mossa

  7. Matteo ceri 4 anni ago
    Reply

    Non per difendere amiatensis, ma credo che Luciano c’entri ben poco in questa vicenda . Ci siamo sentiti spesso quest’estate ed era veramente entusiasta della squadra fatta e anche io gli avevo fatto i complimenti. Sinceramente Mi sembra un po’ eccessivo prendersela con lui .. Un abbraccio luciano

    • Amiatensis 4 anni ago
      Reply

      Ti ringrazio, Matteo, ma non mi meraviglio affatto che in una Società Civile come quella che ci stiamo cucendo addosso e che purtroppo lasceremo in eredità ai nostri figli, ci sia più di qualcuno( sempre rigorosamente anonimo, ci mancherebbe!) prontissimo a salire su qualunque carro del vincitore gli passi a tiro così come ce ne sono a iosa pronti a rincarare la dose ad ogni accenno di difficoltà da parte del prossimo.
      Io, poi, non sono neanche un dirigente della Società, non conosco i conti né le eventuali altre motivazioni che possano aver portato alle drastiche decisioni del Consiglio di ieri sera, ma ho solo dato una mano a Davi Tattarini a costruire una squadra che appena lunedì sera contro la Pianese Juniores Nazionali, e pur con tre assenze di rilievo, aveva fatto ampiamente scorgere di che panni si sarebbe vestita durante il prossimo Campionato. Tra l’altro risparmiando anche diversi quattrini rispetto al monte ingaggi dell’anno scorso.
      E’ davvero una gran delusione e una sconfitta cocente per tutti vedere, in pochi minuti, smantellata completamente una squadra che prometteva sul serio di fare faville ma, soprattutto, quel che fa più male è il veder devastato un gruppo che soprattutto Davi Tattarini aveva costruito con una passione infinita.
      Grazie ancora per le tue parole,Matteo.

  8. solo per la maglia 4 anni ago
    Reply

    A santa fiora giocano per la maglia dicevano,finiti i soldi finiti i sogni.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news