Giulio Tassi, orgoglio cinigianese: “Stagione da 9 in pagella”.

 

Giocatore, capitano, cinigianese doc. Giulio Tassi, centrocampista del Cinigiano, analizza a mente fredda, e dopo aver smaltito la gioia per la vittoria dei playoff, una stagione esaltante. Dalla finale di domenica, agli inizi di stagione, Tassi dedica la promozione in Seconda categoria ad un paese che adesso si prepara ad un’estate di festeggiamenti.

Cosa si prova a vincere una partita come quella di domenica?

 

“Sicuramente è stata una grande soddisfazione. E’ stata anche una partita sofferta e quindi motivo di doppia felicità. Ho visto molti giocatori commossi, anche chi aveva già vinto campionati, e questo mi ha fatto molto piacere perché vuol dire che abbiamo creato un gruppo bello e unito”.

Ad un certo punto della finale pensava che non ce l’avreste fatta a spuntarla?

“Sì ad un certo punto eravamo veramente scoraggiati, non tanto quando eravamo sotto 3-1: li è stato fondamentale accorciare le distanze prima dello scadere del primo tempo e nell’intervallo ci siamo guardati negli occhi e riorganizzati, siamo entrati in campo determinati e ce l’abbiamo fatta a ribaltare il risultato. Ma il gol al ’94 del portiere è stata una doccia fredda e a quel punto dovevamo affrontare i supplementari in 10. È stata dura”.

 

Dopo tanti anni il Cinigiano torna in seconda, da cinigianese come ha vissuto questo traguardo?

“Sono passati 6 anni dall’ultimo campionato di Seconda categoria, finalmente ce l’abbiamo fatta. Questi anni di Terza sono stati difficili a livello societario e ne abbiamo risentito anche noi della squadra. Per me che sono cinigianese è stata sicuramente una grande emozione e una soddisfazione immensa. E’ stato bello poter gioire con i miei compaesani”.

 

Babbo presidente e lei capitano, la famiglia Tassi sta facendo grande il Cinigiano.

“Sicuramente babbo è il vero artefice di questa cavalcata, negli anni passati si è fatto in quattro per far tornare i conti ed appena è stato possibile ha dato vita ad un bel progetto che sicuramente continuerà anche nei prossimi anni. Io non faccio altro che aiutarlo come posso, cioè mettendo tutta la voglia e il cuore in campo”.

 

Ad inizio stagione vi eravate prefissati l’obiettivo playoff. Adesso che voto darebbe alla vostra annata?

“Sì, ad inizio anno avevamo come obiettivo quello di raggiungere i play off, possibilmente attraverso il secondo posto in modo da avere un leggero vantaggio. Sapevamo che c’era una squadra molto più collaudata e più esperta di noi come il Montiano e giustamente ha vinto il campionato. Noi non abbiamo avuto un inizio facile, dopo appena 20 giorni c’è stato un cambio di allenatore e questo ha influito anche sull’uscita dalla coppa, ma poi da quando abbiamo capito le direttive di mister Tognotti è stato un crescendo continuo ed abbiamo fatto un finale di campionato bellissimo. Abbiamo raggiunto l’obiettivo e siamo andati in Seconda, per questo ci darei in bel 9”.

 

Programmi per la Seconda categoria?

“Sicuramente l’obiettivo è quello di mantenere la categoria. Non sarà facile, ci sono molti ragazzi che sono alla prima esperienza, ma sono sicuro che con qualche innesto possiamo fare un altro bel campionato. In conclusione vorrei ringraziare tutta la società che non ci ha fatto mai mancate niente, la squadra che ha dato veramente sempre il massimo in ogni partita e tutta la cornice di Cinigiano che ci ha sempre sostenuto. Questa vittoria è di tutto il paese”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW