Serie D: il ventunesimo turno di campionato

Grosseto. Difficile continuare a parlare di calcio a proposito del Grosseto (15); la squadra è ormai allo sbando, L’allenatore Bifini getta la spugna (probabilmente anche giustamente) e la società (chi?) richiama mister Agovino perchè ancora sotto contratto, che nel frattempo accusando un attacco di panico saluta la Maremma.
Anche l’ingaggio del nuovo centrocampista Melis non potrà portare nuova linfa alla causa del Grosseto, per cui domenica prossima contro il Real Forte Querceta (33), in uno Zecchini deserto per la terza delle quattro partite da giocare senza pubblico (anche qui non si capisce perché la società non abbia proposto ricorso, forse almeno una giornata in meno si poteva ottenere), andrà in scena un altro episodio dell’agonia della squadra biancorossa. Voglio ribadire, comunque, che la mia non è una critica ai giocatori attualmente in rosa o al tecnico, ci mancherebbe, ma l’indirizzo di tali critiche è ben evidente anche senza farne mai il nome: è riuscito a distruggere quella credibilità e tradizione sportiva che in più di cento anni (ma forse è meglio dire negli ultimi 15 anni) era riuscita a conseguire con le partecipazioni ai campionati cadetti; la speranza del tifoso e che tutto questo finisca al più presto e che si possa gettare delle buone basi per cercare di rivivere quello che abbiamo vissuto in anni passati, ma recenti.
Il programma della giornata prevede Argentina (27) – Savona (37) prima di quelle partite alle quali, in pratica, soltanto il Savona ha qualcosa da chiedere, visto che la squadra di casa, continuando su questa strada, non avrà difficoltà ad ottenere una salvezza tranquilla; Ghivizzano (19) – Fezzanese (18) vero e proprio scontro salvezza, di quelli che mettono in palio i classici sei punti, anche per evitare i possibili play out; scontro di centro classifica quello tra Ligorna (28) e Valdinievole Montecatini (28), partita che comunque dovrebbe avere poco da dire ai fini della classifica;il big. match della giornata è sicuramente Massese (37) – Lavagnese (37), scontro che potrebbe decretare quale sarà la diretta avversaria della capolista Gavorrano.
Il programma continua con Ponsacco (24) – Unione Sanremo (34), partita che vede le due squadre impegnate in obbiettivi opposti; Sestri Levante (22) – Sporting Recco (13), match fondamentale in chiave salvezza che, anche qui, mette in palio i classici sei punti; Viareggio (15) – Finale (30), dove anche in questo caso le squadre rincorrono obbiettivi opposti.
Chiude il Programma L’incontro della capolista Gavorrano (43) che incontrerà in trasferta il Jolly Montemurlo (24), partita che se ricalcherà le prestazioni fin qui fatte, non dovrebbe rappresentare un ostacolo insormontabile per la squadra di mister Bonuccelli che, in questo momento, sembra non avere rivali nel girone E. (AS)
1 Comment
  1. Cuginover33 3 anni ago
    Reply

    ………da quanto si lesse a me pare che la societa’ fece ricorso in merito alla squalifica del campo ma venne accolta solo la riduzione della multa; chi non si nomina si chiama PIERO CAMILLI “Dopo di me il calcio a Grosseto finira'” lo ribadiva anno dopo anno ma nessuno apriva gli occhi e nessuno gli apriva le strade, anzi ; la ns citta’ di lobby massoniche vuol lasciare solamente i soldi in mano a pochi e quei pochi devono dettare legge! Piero Camilli non voleva abbandonare il calcio ma solo lasciare una citta’ che merita le categorie attuali e lo dico da Grossetano Maremmano che segue i colori bianco rossi da oltre 25 anni!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news