Vela: i risultati delle regate della Vela Argentario e dello Yacht Club Punta Ala

Grosseto. Nelle acque polacche di Sopot il Team Agonistico del Circolo Nautico e della Vela Argentario guidato da Ettore Botticini ha conquistato il quarto posto. Dieci partecipanti a questo importante Grado 1 valido per il Ranking mondale nel quale Botticini è numero 5 dopo aver conquistato il Titolo mondiale Under 23 e ottenuto il sesto posto ai Campionati europei di Tallin. I velisti argentarini nel round robin di qualificazione si erano piazzati al primo posto con 8 vittorie e una sola sconfitta subita con il polacco Tarnacki che hanno ritrovato in semifinale. I ragazzi del Cnva hanno lottato ma alla fine si arrendevano nuovamente, questa volta per 3-1, a Tarnacki che poi si aggiudicava la vittoria dell’evento battendo in finale 2-0 lo Svizzero Eric Monnin, fresco campione d’Europa e numero 4 mondiale.. Nella finale per il terzo posto nulla da fare per Botticini che falliva l’appuntamento con il podio cedendo per 2-0 all’altro polacco Jablonski.

Ottimi risultati in agosto per lo Yacht Club Punta Ala nelle acque delle Baleari. A Palma De Maiorca, dopo 11 prove disputate, “Stig” di Alessandro Rombelli (con Francesco Bruni alla tattica) ha vinto la Copa del Rey Mapfre 2018, terza e penultima tappa del circuito Melges 40 Grand Prix. Il team italiano, ha preceduto “Sikon” del giapponese Yukihiro Ishida (con Manuel Weiller alla tattica). Il team monegasco “Dynamiq Synergy Sailing Team”, del russo Valentin Zavadnikov, vincitore dell’ultima prova, è giunto terzo Guido Paolo Gamucci, con il suo Ker 40 Cippa Lippa Rossa, si è piazzato nono nell’Orc1. Nel “One Ocean Melges 40 Grand Prix” organizzato dallo Yc Costa Smeralda, ancora protagonista “Stig” piazzatosi secondo non riuscendo però a ripetere il successo ottenuto lo scorso anno. I due quinti posti iniziali avevano compromesso la vittoria ma il team i Rombelli ha reagito bene conquistando la piazza d’onore dietro “Inga” dello svedese Richard Goransson. Nella “Bracciano Star”, Campionato Italiano della classe Star organizzato dall’Av Bracciano, quarto posto per Alessandro Vongher e Paolo Nazzaro. Al termine delle 4 prove disputate il titolo è andato a Roberto Benamati e Alberto Ambrosini del Fraglia Vela Malcesine davanti a Enrico Chieffi e il portercolese Roberto Sinibaldi della Sv Viareggina, campioni del mondo nel 1996. Nel Campionato Italiano J70, ottima prova di “G Spottino” del Circolo Nautico e della Vela Argentario che ha conquistato un onorevolissimo quindicesimo posto, su 74 team presenti. L’equipaggio argentarino, composto da Benedetta Iovane, capitano del team agonistico del Cnva, Ettore Botticini alla tattica, Simone Busonero a prua, Giorgio Tortarolo alla randa e Alessandro Franci ​nel ruolo di tailer, ha affrontato barche con a bordo grandi campioni. Estonia amara, invece per il Team agonistico del Cnva ai Campionati europei di match race, svoltisi a Tallin in Estonia con 16 partecipanti. Botticini e il suo equipaggio, freschi campioni del mondo Under 23 della specialità e numero 5 del ranking mondiale Isaf, sono giunti sesto. Superato il round robin con 5 vittorie e 2 sconftte, nei quarti Botticini cedeva 3-1 al francese Maxime Mesnil, numero 9 mondiale, poi giunto terzo. Il titolo europeo è è andato allo svizzero Eric Monnin, numero 4 mondiale, che in finale ha battuto l’estone Mati Sepp, numero 7. Nella ventunesima edizione della veleggiata “La Talamonese”, organizzata dal Circolo Vela Libera Talamone e riservata agli yacht d’altura (partenza da Talamone e arrivo agli scogli delle Formiche, con un percorso di 11,5 miglia) successo assoluto di “Farabutto” di Faravelli che si è aggiudicato il Trofeo Roger Cicerneschi, impostosi anche nella categoria A davanti ad Alisea e Aries. Nella Categoria B vittoria di “Airone Blu” che ha preceduto “San Antonio” e “Dolce Strega”. Nella dodicesima edizione della regata “Reali Presidi di Spagna”, svoltasi nelle acque comprese fra Talamone e il Pozzarello e organizzata congiuntamente dal Cv Talamone e dal Circolo Vela Libera Talamone, vittoria di “Peter Pan” di Simonetta Peraldo, che ha preceduto “Farabutto” di Carlo e Luca Faravelli .

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news