Coppa Passalacqua: il Gavorrano vince di misura, 2 a 1 alla Nuova

Il Gavorrano di Cacitti esulta dopo la prima rete

Coppa Bruno Passalacqua, Girone B:
Nuova Grosseto – Gavorrano : 1-2

Marcatori: 12′ pt Fianciullacci, 10′ st Gabotti, 22′ Lolli

Nuova Grosseto, 4-3-1-2: Dani, Schiavo (dal 19’st Abbate), Sassetti, Tartaglia (dal 23’st Podestà), Tistarelli, Lolli (C), Addis (dal 40’st Malcapi), Giommoni (dall’11’st Presicci), Subissati (dal 7’st Mazzieri), Molinari, Parentini. A disposizione: Granai, Amorfini, Angelino, Ferrini. All: Bernabini.

U.S.D. Gavorrano, 3-4-2-1: Giannoni, Pavin, La Spina, Potini, Montefusco, Muzzi, Paladini (dal 26’st Cocciolo), Fanciullacci (dal 30’st Venturelli), Gabotti (C), Catella, Agnelli (dal 26’st Marrini). A disposizione: Pagliuchi, Cinea, Gambazza, Lanzieri. All: Cacitti.

Ammonizioni: Parentini, Podestà, Mazzieri (Nuova); Pavin, Gabotti, Cocciolo (Gavorrano).

GROSSETO. Termina 2-1 per il Gavorrano il primo incontro del girone B. Gavorrano che ha saputo essere superiore all’avversario per tutti i 90 minuti dimostrando di avere maggiori qualità tecniche rispetto ai ragazzi di mister Bernabini che, comunque, hanno saputo riaprire la partita con il gol di Lolli a metà ripresa.
Fin dalle prime battute il Gavorrano spinge con buona intensità sfruttando la superiorità numerica sugli esterni innescando Muzzi e Paladini dopo belle manovre corali. Montefusco e Agnelli scaldano le mani al portiere Dani che però si deve arrendere al 12º minuto quando Fanciullacci spedisce in porta di prima intenzione di interno collo una suggerimento di Agnelli dalla trequarti destra, la sua conclusione bacia il palo interno per poi concludere la sua corsa in fondo al sacco. 1-0 Gavorrano e gara in discesa per i ragazzi di Cacitti che da lì in poi manterranno sempre il pallino del gioco sfruttando le qualità tecniche dei vari Catella, Montefusco e lo stesso Fanciullacci. I pericoli dalle parti di Dani sono ripetuti ma Agnelli è sfortunato in più circostanze andando vicinissimo al gol del raddoppio. Prima della conclusione del primo tempo c’è la rete messa a segno da Catella su assist di Paladini, ma tutto viene fermato per posizione irregolare del marcatore. La prima frazione si chiude con una bella prova di forza del Gavorrano ma con il risultato che sta stretto ai rossoblù.
Nella seconda parte di gara è di nuovo il Gavorrano a trovare la via della rete dopo solamente 10 minuti quando da un calcio d’angolo di Montefusco Gabotti riesce a colpire la palla di testa; la sfera non ha molta forza e sembra facile preda di Dani il quale però non riesce a trattenere il pallone trascinandoselo, di fatto, dentro la sua porta. 2-0 e giochi chiusi? Neanche per scherzo. La Nuova tira fuori l’orgoglio e guidati da Molinari e Parentini i ragazzi di Bernabini provano a riaprire la partita. I vari sforzi vengono premiati al 22º minuto quando su un calcio d’angolo battuto da Parentini capitan Lolli svetta su tutti girando in rete l’assist del compagno. Il Gavorrano non perde la bussola, ma anzi, si rende ancor più pericoloso in contropiede negli spazi aperti che la Nuova lascia in quanto tutta riversata in avanti. Al 35º minuto il Gavorrano va vicinissimo al tris con Gabotti che direttamente da punizione centra il palo a Dani battuto. La partita va via via sfumando con il risultato controllato dai ragazzi di Cacitti.

3 Comments
  1. Giovanni1 3 anni ago
    Reply

    Risultato giusto, il Gavorrano ha quasi tenuto per tutto il tempo il pallino del gioco però c’è da fare una precisazione in favore della Nuova:
    – la Nuova gioca in un campionato provinciale (come il 90% delle squadre che partecipano al torneo) mentre il Gavorrano e il Grosseto sono in un campionato 2 livelli superiore;
    – La Nuova aveva tra i titolari e in panchina ben 7 ragazzi del 99 e 2 del 2000;
    Onore alla società che cerca di far giocare e crescere il suo settore giovanile;

  2. start 3 anni ago
    Reply

    giusto gianni…comunque l’ultimo passalacqua (c’era anche il gavorrano) chi l’ha vinto?

  3. Giovanni1 3 anni ago
    Reply

    Giovanni e non Gianni, è vero che l’ultima edizione è stata vinta dall’Albinia ma tra i giocatori (regolarmente tutti in quota) c’erano quelli della prima squadra, quindi fanno la differenza (giocare in eccellenza o nei provinciali non credo che sia lo stesso livello!!)

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news