Serie D: va in onda il big match Viterbese-Grosseto

Mischia in area viterbese nell'azione del pari grossetano

GROSSETO. Ed eccoci alla settimana cruciale; non è una normale giornata di campionato quella in programma domenica prossima, ma è la giornata “della partita”, per il popolo biancorosso la partita dell’anno, insomma, domenica prossima c’è Viterbese (53) –  Grosseto (50). E’ chiaro che non poteva e non sarà una partita come le altre, troppo recente il periodo di permanenza a Grosseto della famiglia Camilli e troppo recente la sua traumatica fine; bene ha fatto la società ed il mister a tenere per tutta la settimana chiuso al pubblico lo Zecchini e a far lavorare la squadra in tranquillità per cercare di recuperare le energie e la giusta concentrazione. Ma non sarà una partita speciale solo per i trascorsi camilliani a Grosseto, quella di domenica prossima sarà una partita speciale perché andremo nella tana della prima in classifica a giocarci una buona fetta di promozione e tanto dell’immediato futuro tra i professionisti. La settimana è trascorsa con l’attenzione più indirizzata verso il pubblico che, da parte sua, ha risposto alla grande facendo intravedere un esodo quasi epico (a dir la verità, vista la categoria, si potrebbe levare il quasi) verso la città della Tuscia, un movimento di pubblico che era dai tempi della serie B che non si vedeva. I ragazzi, quindi, avranno il sostegno anche lontano dallo Zecchini e questo, se da una parte farà sicuramente piacere alla squadra, dall’altra la potrebbe caricare di responsabilità che non sappiamo quanti, tra i giocatori di minore esperienza, saranno in grado di sostenere; questo, però, fa parte del bagaglio di ogni giocatore e anche i più giovani, se vogliono sperare in una carriera a più alto livello, devono saper affrontare al meglio anche le nuove situazioni.

Credo che la partita di Viterbo sia al centro delle prossima giornata, vista anche l’assenza di altri scontri particolarmente interessanti; si prosegue infatti con la seconda in classifica, il Rieti (52), che sarà di scena a Genzano per affrontare il Cynthia (20) in una partita che non dovrebbe rappresentare particolari difficoltà per la seconda forza del campionato. Derby invece per l’Arzachena (48) che riceverà il Lanusei (26), partita anche questa che sembrerebbe scontata a favore della squadra di casa; ancora la Torres (45) se la vedrà nella tana del S. Cesareo (20), campo violato sette volte su dodici; altro derby per l’Olbia (44) che si recherà a Muravera (25) dove si prevede un’altra partita a senso unico. partita più equilibrata, anche se ai fini della classifica non mette in palio nulla, quella tra Albalonga (40) e Trastevere (33), due squadre che potrebbero privilegiare lo spettacolo vista la tranquillità con cui affronteranno questa partita; analogo discorso può essere fatto per Ostiamare (30) e Nuorese (39) che dovrebbero giocare un incontro in completa tranquillità senza oppressioni di classifica. Chiudono il programma due incontri che, al contrario, avranno una valenza praticamente doppia ai fini della salvezza: Budoni (27) e Flaminia (28) si giocheranno la salvezza diretta cercando di evitare i play out, mentre Astrea (13) e Castiadas (23) dovranno come prima cosa cercare di evitare le posizioni che determinano la retrocessione diretta.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news