Hockey: all’ora di pranzo il Castiglione si gioca l’accesso alla finale di Coppa Italia

Il Maremma Promotion Castiglione

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. In un orario insolito, alle 12 in punto, il Maremma Promotion scende in pista al pala Forte dei Marmi per la prima semifinale della coppa Italia di serie A2 (diretta streaming su www.legahockey.eu): di fronte l’agguerrito Roller Scandiano di Roberto Crudeli. Come per la serie A1, la qualificazione all’atto finale della coppa Italia si è decisa al termine del girone d’andata del campionato, con le prime quattro squadre che si giocheranno appunto la coccarda tricolore della cadetteria. E come lo scorso anno a Follonica, il Castiglione è testa di serie numero uno, con gli emiliani in quarta posizione. L’altra semifinale, che si giocherà subito dopo il match fra maremmani e rossoblù, vedrà in pista il Correggio, secondo, e il Sandrigo terzo. La coppa Italia rappresenta uno degli obbiettivi stagionali, ma come lo scorso anno la differenza fra le quattro squadre che si contenderanno il titolo è davvero minima. A guardare gli ultimi risultati in campionato a partire come favorito sembra il Correggio, che dopo la sconfitta subita nell’ultima d’andata a Castiglione, ha infilato una serie di vittorie che hanno riportato ad un solo punto di distanza gli emiliani proprio dalla capolista Maremma Promotion. Ma lo stesso Scandiano ha cambiato decisamente volto, con l’innesto di un bomber come Leonardo Squeo che in poche partite ha già realizzato 20 gol. E da non sottovalutare nemmeno il Sandrigo di Gaetano Marozin, che fa dell’affidabilità e del gruppo le sue armi migliori. Il Castiglione da parte sua arriva alla semifinale con i soliti problemi delle ultime settimane: Michele Achilli starà ancora a guardare, anche se ha deciso di “convocarsi” e di confidare nella squadra «siamo carichi, venderemo cara la pelle», ma difficilmente entrerà in pista, magari se ci dovesse essere qualche rigore decisivo. Problemi anche per Gigi Brunelli, non è al meglio della condizione. Lo Scandiano come detto avrà voglia di stupire, come dichiarato dallo stesso Crudeli, uno degli ultimi highlander dell’hockey, ancora gran protagonista ad oltre cinquant’anni: «La classifica di A2 – sottolinea – dice che tra le quattro formazioni partecipanti a questa finale di coppa Italia siamo quelli che hanno meno chances. Noi però siamo ben consapevoli della nostra forza e siamo pronti a dare battaglia per ribaltare i valori». Sicuramente il Castiglione sa come affrontare lo Scandiano: nelle due sfide di campionato sono arrivati due successi per i biancocelesti (3-2 in trasferta e 5-4 al ritorno al Casa Mora), ma in una gara secca tutto viene rimesso in discussione. La sfida è dunque apertissima e potrebbero essere i bomber, Franchi da una parte e De Pietri dall’altra a renderla ancora più interessante.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news