Calcio a 5: non basta uno strepitoso Barelli, Atlante sconfitta dal Cagliari 6 a 4

A sinistra il presidente dell'Atlante Iacopo Tonelli

Cagliari. Non basta un grande Barelli che realizza una tripletta, per portare a casa punti preziosi in ottica salvezza per l’Atlante. Il Cagliari vince per 6-4 nell’incontro della decima giornata del gir. A di A2.
La giornata non era cominciata nel migliore dei modi con i grossetani che partendo con l’aereo accumulavano un ritardo di un ora e mezzo (problemi legati alla nebbia) che costringeva lo staff una volta arrivati nell’isola a preparare il match in grande fretta.

Al PalaConi le due formazioni disputano un primo tempo equilibrato e nonostante l’espulsione di De Oliveira giunga per doppia ammonizione già dopo 7’48’’ i maremmani reggono bene, superano i minuti di inferiorità numerica e si portano in vantaggio a metà frazione con Barelli. Non basta però la strepitosa prestazione del capitano dell’Atlante per avere la meglio sui sardi. L’Atlante gioca gli ultimi sette minuti del primo tempo con sei falli a carico, inevitabile il tiro libero per il Cagliari che Serginho realizza. Nella ripresa i maremmani sono sulle gambe vuoi per il viaggio con l’alzataccia di primo mattina e vuoi soprattutto per l’assenza per espulsione di De Oliveira. Il Cagliari strappa il più tre in pochi minuti. Barelli tiene l’Atlatne in partita sul 5-2 e Chiappini si gioca già a metà tempo il portiere di movimento. La rimonta dei maremmani sembra disperata invece a trentacinque secondi dalla fine BArelli e compagni si portano sul 5-4. L’ultimo disperato assalto viene però fermato dalla difesa locale e l’Atlante dallo sfiorare il 5-5 sulla respintaincassaa porta vuota il 6-4 di Serginho che sigilla sul filo della sirena la vittoria dei sardi.

Cagliari (13 pt.) che scavalca in classifica l’Atlante, fermo a quota 12 punti. Sabato prossimo i biancorossi se la vedranno col Milano, terza forza del girone.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news