Interviste Grosseto Fc-Foligno, Sanna “Segnale per il campionato”

mister Marco Sanna

GROSSETO – La sfida di Coppa Italia un attimo dopo il fischio di chiusura è già dimenticata, nelle interviste dei tesserati biancorossi ogni segnale viene analizzato in ottica campionato (domenica c’è la Massese con il dg Bicchierai presente in tribuna allo Zecchini seguire l’incontro) e l’affermazione contro il Foligno fa spuntare nuovamente propositi di rimonta, riscatto e di vittoria del campionato. Le interviste a seguire non sono state raccolte dai giornalisti di GS ma da nostri colleghi poiché verso GrossetoSport continua il divieto imposto dalla dirigenza del Grosseto Fc di rilasciare dichiarazioni o partecipare alle conferenze.

Marco Sanna (all. Grosseto): <<Avevamo bisogno di una prestazione del genere, questa vittoria ci serviva per ritrovare morale in vista della sfida di domenica. Tutti i miei ragazzi hanno gicato bene, spiace aver preso gol con una nostra disattenzione. Se riusciremo ad essere più cinici e audaci otterremo sicuramente migliori risultati anche in campionato. Per nostra fortuna la classifica è ancora corta>>.

Pietro Del Duca (difensore Grosseto): <<La squadra è stata brava nel reagire  dopo il pareggio del Foligno, va fatto un applauso ai ragazzi sin qui meno impiegati e che oggi si sono fatti trovare pronti. Parlando del campionato ritengo sia un dovere tentare la rimonta, io a San Marino ho vinto la C2 quanto ad ottobre eravamo in fondo alla classifica. Dobbiamo fare una serie di risultati per far riavvicinare la tifoseria>>.

Giovanni Lombardi (attaccante Grosseto): <<Segnare dà una bella sensazione e abbiamo centrato una vittoria che fa morale in vista della sfida alla Massese. Il campionato è lungo e c’è ancora tempo per recuperare>>.

19 Comments
  1. Stefanos 3 anni ago
    Reply

    Foligno squadra ultima nel girone G con zero vittorie all’attivo. Questa partita non fa testo. Se si vince e si convince domenica con la Massese allora si può sperare in qualcosa di meglio. Ma perora attacco sterile centrocampo così e così e difesa che piglia sempre rete. La classifica sarà anche corta ma 10 punti non sono una passeggiata

    • attilio regolo 3 anni ago
      Reply

      Se il 5 a 1 fosse risultato invertito a favore dell’ultima del girone G e a sfavore della terzultima del girone E forse , Stefanos, saresti stato un po’ piu’ soddisfatto.

    • Sesto 3 anni ago
      Reply

      Abbiate pazienza, io credo che vincere o perdere o pareggiare con Foligno, Massese o Vattelapesca in questo momento ed in questo contesto sia del tutto IRRILEVANTE, visto che NON ESISTONO un progetto vero, un’organizzazione societaria degna di questo nome, degli obiettivi chiari e definiti…il che vuol dire che NON ESISTE UN FUTURO!!!…Ma come si fa a non capirlo???

  2. Stefanos 3 anni ago
    Reply

    Caro Attilio Regolo sicuramente è meglio vincere che perdere anche quando si gioca a dama. Però al punto in cui siamo non si può essere soddisfatti per una vittoria ottenuta in 11 contro 10 in coppa Italia con l’ultima del girone G, competizione snobbata perchè fondamentalmente non serve a nulla se non a provare le riserve. Se si vince domenica con la Massese con una prestazione convincente allora si può intravedere una luce

    • attilio regolo 3 anni ago
      Reply

      Caro Stefanos, in una situazione non lontana da quella descritta da Sesto ritengo miracoloso che qualche lucina cominci ad accendersi in questa squadra improvvisata dal nulla.Che poi sono i singoli uomini che con il loro orgoglio e la volonta’ di sopravvivere fanno squadra.Intanto prendiamoci questa duplice vittoria in Coppa Italia, cosi’ tanto per dire di fronte a tutti: siamo ancora vivi!

      • grifo65 3 anni ago
        Reply

        Siamo vivi come il maiale d’inverno. Vivo ma in attesa di diventare salsiccia!!!

  3. attilio regolo 3 anni ago
    Reply

    Beh, per ora ad essere morta e putrefatta, senza nemmeno la prospettiva di diventare almeno salsiccia, e’ l’ex capitaneria della curva nord, dedita solo a sguaiati rantoli post-mortem.

    • grifo65 3 anni ago
      Reply

      Ma parli proprio te attilio caro? che in tutta la tua vita hai visto tre partite del Grosseto!!! via su non fare il benpensante!

      • Andrea 3 anni ago
        Reply

        Attilio….regolati. Anche se non la pensa come te la Curva Nord merita rispetto

        • attilio regolo 3 anni ago
          Reply

          Andrea, ho parlato della capitaneria non della base..

          • Andrea 3 anni ago

            La capitaneria tira la base…entrambe meritano egual rispetto

  4. attilio regolo 3 anni ago
    Reply

    E comunque un merito va riconosciuto alle mortificanti e dispregiative espressioni dell’ex capitaneria della curva nord nei confronti di chi oggi rappresenta ancora i colori calcistici biancorossi di Grosseto: quello cioe’ di fare da ulteriore stimolo per tenere desto l’orgoglio e la voglia di riscatto sia da parte dei giovani che scendono in campo che di chi ne ha la rappresentanza e la responsabilita’ dirigenziale.

  5. grifo65 3 anni ago
    Reply

    E ta stasera tutti at imparare la lincua tetesca iha in onore ti nuofo socio tetesco iha! e ta tomani Crosseto vince tutte partite iha! forza Crosseto!!!!faremo anche October fest maremmano iha!!!

    • attilio regolo 3 anni ago
      Reply

      Sei puve sgvammaticato Cvifo65. Afvesti dofuto scvifeve: “staseva” “impavave” “onove” “fince” “pavtite” “fovza” e sopvatutto “Cvosseto”. Ti savesti fatto capive meclio dal nuofo socio tetesco.????

      • Grifo65 3 anni ago
        Reply

        Attilio stai parlando come uno dei più famosi trans okkio alle ciapette!!!

  6. attilio regolo 3 anni ago
    Reply

    ????= faccina ridens

  7. attilio regolo 3 anni ago
    Reply

    E comunque caro Grifo65, a parte le battutacce piu’ o meno sguaiate dettate oltre che da opposti punti di vista anche dalla lunga e amichevole conoscenza personale reciproca, ti vorrei invitare ad osservare meglio il volto e lo sguardo della persona raffigurata in testa al post di GS. Ti sembrano il volto e lo sguardo di un perdente o di chi ha deposto le armi? A me sembra proprio di no. Certo la situazione e’ critica e le premesse sia societarie che di gioco che di risultati di inizio campionato sono stati da tregenda, ma piano piano sotto la guida di quest’ uomo le cose stanno cambiando in meglio. E certamente Marco Sanna, come tutti i giocatori della rosa dal primo all’ultimo sanno perfettamente che la prova di domenica prossima sara’ quella decisiva per le le loro sorti future.

    • Grifo65 3 anni ago
      Reply

      Attilio sai benissimo che scherzo sono battute. Per tornare al campo di giuoco dico che fa bene Sanna a non mollare. Ma qui a non mollare deve essere la società e credo che abbia mollato da un pezzo! Intorno a questa società c’è una nebbia che si affetta con il coltello. Ogni giorno pare l’ultimo. I giocatori riscuotono lo stipendio? I vecchi tesserati sono stati pagati tutti? Arriveranno forse punti di penalizzazione? Quando il Comune avrà in mano lo sfratto esecutivo per lo Zecchini dove andrai a giocare? Mi s mira che parli del Grosseto come se fosse una cosa che non è reale oppure che ti tocca poco! Tutto questo ottimismo per cosa? Maremma serpente! Siamo una barzelletta!

  8. attilio regolo 3 anni ago
    Reply

    Andrea, il vostro Capitano lo conosco da una vita e conosco bene la sua storia e la sua passione per il Grifone, figurati se non lo rispetto. Ma e’ proprio per questo che mi rammarico anche causticamente a volte per la posizione di rifiuto e dispregio che ha assunto nei confronti di questa squadra a prescindere dalle tante buone ragioni che puo’ avere rispetto ad una dirigenza assai criticabile da ogni punto di vista. Il fatto e’ che pur da “tifoso a meta'”, come spesso definitomi da Grifo65, mi dispiace molto che a questi ragazzi cui e’ capitato di indossare i colori bianco rossi del Grosseto qualunque sara’ l’esito della loro avventura qui in Maremma rimarra’ per tutta la vita il brutto ricordo di essere stati totalmente abbandonati dalle mitiche “Curva Nord” e “Porta Vecchia”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news