Connect with us

Altri Sport

Fumata nera fra Provincia e associazione sportive per l’uso delle palestre scolastiche

Published

on

Grosseto. Secondo incontro tra la Provincia e le associazioni sportive per risolvere il problema delle palestre scolastiche e ripartire con l’attività. E’ stata la stessa Provincia a convocare una conferenza dei servizi per accelerare i protocolli di sicurezza imposti dalla emergenza sanitaria e adattarli nella massima sicurezza all’attività svolta dalle associazioni sportive nelle palestre scolastiche cittadine. L’obiettivo della riunione era di uscire dal confronto garantendo a tutti, studenti per la parte scolastica e atleti per quella sportiva, la massima sicurezza nel fare attività fisica. Per la Provincia, oltre a Olga Ciaramella, consigliere con delega allo sport, erano presenti il segretario generale Emilio Ubaldino, i dirigenti Romina Cipriani, Silvia Petri, l’ing. Gianluca Monaci tecnico incarico per la sicurezza, l’ing. Luca Matteini e l’ing. David Zurli consulenti esterni. Bisognava verificare modalità e tempistica delle società nel protocollo migliore da adottare. Un costo, che sarebbe gravato sulle situazione economica delle società impegnate a garantire le norme di sicurezza e nello stesso tempo confrontarsi con la scuola impreparata a gestire la situazione sanitaria attuale. Garantire sopratutto la salute degli studenti e di chi usa la palestra per allenarsi, questo è stato il principio da cui è partita la riunione. A questo proposito è stata la stessa Provincia a venire incontro alle associazioni sportive, azzerando i costi del canone di affitto delle palestre. Durante la riunione sono stati sollevati diversi problemi, primo fra tutti quello degli orari che dovranno essere definiti, rispetto all’anno scorso. Sergio Perugini presidente della Uisp Territoriale di Grosseto, propone di assegnare un impianto per società. Anna Daviddi della Gea Basket Grosseto, chiede che le palestre vengano suddivise per tipologia di sport. In modo che ogni società si preoccupi di sanificare i propri ambienti. Andrea Galoppi presidente dell’Invictavolleyball, ribadisce che la prima sanificazione del pomeriggio sarà a carico delle società, e commenta “Abbiamo urgente bisogno delle palestre per fare ripartire l’attività”. Maurizio Musardo presidente della Pallacanestro Grosseto si trova d’accordo sull’azzeramento del costo delle strutture, visto che le associazioni sono tutte dilettantistiche e che le condizioni economiche in cui si trovano in questo momento non sono delle migliori. Riccardo Tinacci presidente della Pallavolo Grosseto 1978 sottolinea come le palestre a disposizione delle associazioni non siano tantissime, mentre le società sono molte di più. Anche Sonia Feltri allenatore dell’Invictavolleyball spiega, che fra un mese partiranno i campionati e che se fra una settimana non si riuscirà ad entrare in palestra si rischia la chiusura dell’attività. Da una parte garantire a tutti le norme di sicurezza sanitarie e dall’altra l’esigenza di riprendere l’attività fisica prima possibile. Alla fine della riunione, tutti i presenti, istituzione e associazione sportive hanno concordato di ritrovarsi, dopo avere visto gli orari delle palestre dello scorso anno. Una base, da cui ripartire per l’assegnazione definitiva, adottare un protocollo di sicurezza delle federazioni sportive,che dovrà essere ampliato e integrato per ogni disciplina sportiva e per ogni impianto, secondo le esigenze del momento. Massimo Galletti

Advertisement
Click to comment
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

 

 




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x