Vela: i risultati delle regate nelle acque di Cala Galera

Nella prima tappa del Circuito Nazionale della classe  RS Feva, disputatosi nelle acque di Carrara, ottimo terzo posto delle ragazze della squadra agonistica del Circolo Nautico e della Vela Argentario, formata da Arianna Botticini e Ludovica Morici. Grande lotta sul campo di regata soprattutto per le condizioni meteo ma le due veliste sono rimaste calme e concentrate permettendo di raggiungere un obiettivo insperato alla vigilia. Infatti Arianna e Ludovica preferiscono condizioni del vento sopra i 10 nodi, mentre hanno regatato sempre sotto questa soglia. Al termine delle sei prove disputate è giunta la soddisfazione del podio con 19 punti (2-1-7, 5, 6, 5), con un primo e un secondo posto di regata, scartando il settimo ottenuto nella terza prova.”E’ stato veramente difficile regatare in queste condizioniha dichiarato Arianna, timoniere dell’equipaggioabbiamo cercato di mantenere la calma e la concentrazione. Sono contenta di questo risultato soprattutto in ottica delle prossime regate fra le quali l’Europeo di Weymouth. Buona la  prestazione dell’altro equipaggio del Cnva, esordiente, guidato da Emanuele Giannini con il fratello Edoardo alla prua, . Una prima esperienza nelle regate nazionali della classe che fa ben sperare.

La squadra giovanile del Circolo Nautico e della Vela Argentario continua a ottenere grandi risultati. Il team del circolo portercolese di Cala Galera è stato impegnato in due trasferte internazionali di grandissimo livello tecnico assoluto. La prima è stata in Polonia, zona nord occidentale, dove Andrea Fornaro, Ettore Botticini, Simone Busonero, Lorenzo Gennari e Lorenzo Arcangeli hanno centrato un secondo posto di grande spessore nella Polish Match Tour di grado 2, svoltasi a Stettino. I velisti argentarini hanno chiuso il round robin con un brillante 10-1 che ha permessp di disputare direttamente la semifinale, che il team del Cnva, con venti tra i 20 e i 24 nodi e “barche sempre sdraiate e portate al limite” come affermato a Botticini, vinceva per 3-0. Al termine della finale ( al meglio delle tre sfide), persa dopo lunga lotta nella prima regata e non disputata la seconda prova sulle tre previste per il match finale per scaduti termini di tempo, rimaneva un po’ d’amarezza nonostante la gran prestazione. La seconda, invece, è stata quella caraibica disputata alle Isole Bermuda. Nella Argo Group Gold Cup, organizzata   dal Royal Bermuda Yacht Club. I giovani velisti del Cnva hanno regatata  sul campo di regata di uno degli eventi di Match Race piú impegnativi del mondo, dove si sfidano campioni senior del calibro di Canfield, Macregor, Gilmour. Il team, powered by Seajet e Nutrixant, questa volta formato da Ettore Botticini, Andrea Formato, Simone Busonero e Lorenzo Gennari, ha avuto discrete difficoltà nell’interpretazione delle condizioni meteo marine locali, e soprattutto nella conduzione di una barca che poteva sembrare un vecchio Coppa America, barca lenta che impiega molto a manovrare. Nel round robin il Team argentarino si piazzava settimo entrando nei quarti di finale, dove veniva battuto da Taylor Canfield, campione del mondo match race nel 2013 e 4 volte vincitore della Congregazione Cup, risultato ottenuto prima di lui solo dai leggendari Gavin Brady, Peter Holmberg e Rod Davis. Un bilancio, quindi, che conferma il grande valore di questa squadra, di questo gruppo che, oltretutto è in piena crescita d è molto giovane.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news