Coppa Bruno Passalacqua, le pagelle di Albinia – Atletico Grosseto: Bangoura onnipresente; Yildiran fa il diavolo a 4

Albinia:

Tarana 6: attento e sempre presente nelle uscite, dà sicurezza alla squadra. Subisce due reti entrambi su rigore potendo far poco. 
Bigliazzi 5,5: in difficoltà contro Yildiran, spesso puntato viene graziato dallo stesso numero 13 dell’Altetico nel primo tempo quando spedisce al lato dopo un suo intervento mancato; nel secondo tempo è protagonista in negativo sul rigore del 2-2 (che ci sia il contatto oppure no cambia poco ai fini del risultato). Da rivedere.
Cicerchia 6: attento in difesa non concede niente agli avversari. Proposito in avanti, ci prova dalla distanza in un paio di circostanze.
Mecarozzi 5,5: gioca una partita discreta in mezzo al campo anche se spesso gioca a un tocco di troppo. (dal 41’st Conti: SV)
Picchianti 5: ammonito nella prima frazione per un fallo a metà campo è condizionato dal giallo per il resto della sua partita. Appare distratto e mai preciso. (dal 2’st Fuschi 6: buon impatto sulla gara, si posiziona sul centro – destra sbagliando poco e proteggendo bene la sua area di rigore. Picchianti non ha convinto, lo vedremo titolare dalle prossime gare?)
Moschetto 5,5: sfortunato nell’episodio del rigore dove tiene il braccio largo in area. Per il resto corre pochi rischi preferendo la sostanza alla bellezza estetica in molte circostanze.
La Mantia 6,5: parte a destra dove combina ben poco; quando si sposta sulla fascia opposta la musica cambia: spunti, iniziative e tiri interessanti. Suo il gol del momentaneo 2-0, bravo a farsi trovare nel posto giusto al momento giusto. (dal 14’st Marini 5: non entra affatto bene in partita. Manda in porta Kellner con un retropassaggio da mani nei capelli ma viene graziato. Male anche nelle altre fasi della partita)
Maliziola 6,5: bravo a sbloccare la gara dopo appena 10 secondi di gioco. Gioca una partita di sostanza con tanti chilometri percorsi e tanti palloni giocati.
Laurenti 5,5: lasciato spesso troppo solo, si batte su tutti i palloni, si divora un gol a porta spalancata nel primo tempo; si rifà parzialmente con il colpo di testa che impegna severamente Bromo costretto a respingere corto (azione del 2-0). (dal 31’st Nuhi: SV)
Lelli 6,5: molto attivo fra le linee, sembra avere qualcosa in più degli avversari. Dal nulla fa esplodere un sinistro terra aria verso la porta che però termina la sua corsa sulla traversa. Suo il calcio di punizione per il secondo gol. (dal 12’st Catrin 5,5: non un granché il suo ingresso. Perde tanti palloni non sfruttando poi la sua stazza sulle palle inattive)
Patanè 5: tanto fumo e niente arrosto. Così si potrebbe definire la sua partita. Si danna l’anima nel rincorrere e recuperare palloni ma una volta con il possesso tra i piedi sbaglia puntualmente l’esecuzione.
Allenatore Fusini 5,5: l’Albinia conquista 1 punto al termine di una partita molto sofferta. Rammarico per non aver mantenuto le due reti di vantaggio ma per le prossime gare, servirà un cambio di mentalità per portare a casa i tre punti. 

Atletico Grosseto:

Michele Bromo 6,5: spesso chiamato in causa si fa sempre trovare pronto. Compie un miracolo sul tiro ravvicinato di Laurenti, poco può fare al cospetto di La Mantia da due passi dopo una sua prima respinta di nuovo su Laurenti. 
Bangoura 7: eccolo qui il man of the match. E’ ovunque, in mezzo al campo calamita su di sé ogni sfera vagante, combatte e sradica palloni a tutti. Sbaglia quasi niente dimostrando di avere qualcosa in più degli avversari. Forza della natura.
Betti 5,5: sulla fascia destra corre tanto ma crea pochissimi spunti interessanti per i compagni. (dal 1’st Fommei 6,5: fa decisamente meglio del compagno a cui è subentrato. Sigla il gol del 2-2 mantenendo la calma dagli 11 metri senza perdere la testa. Gioca con qualità molti palloni dando respiro alla manovra in più circostanze)
Diocou 5,5: mezz’ala sinistra più di contenimento che di spinta, ha spesso palloni interessanti da tramutare in azioni da gol ma non le sfrutta. (dal 12’st Mirko Bromo 6,5: ottimo impatto sulla partita; si posiziona a sinistra servendo palloni interessanti in area di rigore per i compagni. Suo l’assist per Yildiran nell’episodio del secondo rigore)
Tozzi 6,5: buona prova sia da terzino sinistro sia da centrale. Sempre attento, sbaglia pochissimo proponendosi anche con continuità in avanti.
Ottaviani 5,5: non è all’altezza del collega Tozzi sulla fascia opposta. Spesso saltato in velocità, se la cava molte volte in affanno. (dal 1’st Giorgi 6: si posiziona centrale facendo scalare Tozzi sulla fascia. Sempre attento e concentrato)
Ferrini 5,5: qualche lancio smarcante interessante ma niente più. Molto statico, viene spesso anticipato dai marcatori avversari. (dal 1’st Kellner 5,5: buon impatto sulla gara, anche se il gol mangiato dopo un errore di Marini in disimpegno grida vendetta)
Yildiran 7: furetto a tutto campo. Svaria su tutto il fronte dell’attacco dimostrandosi una vera spina nel fianco della difesa avversaria che non riesce a trovare le giuste contromisure. Si procura entrambi i rigori utili a pareggiare le reti (uno realizzato da lui stesso).
Franci 6: fa coppia in difesa con Tronchi annullando letteralmente Laurenti. Prestazione positiva la sua.

Tronchi 6,5: capitano tutto fare. Parte spesso palla al piede dalla difesa dopo aver anticipato gli avversari, si incarica di tutti i calci piazzati della sua squadra. Autentico leader, sia difensivo sia a livello complessivo di squadra.
Barzagli 5,5: tanto spirito di volontà. Allunga spesso la squadra con continui allunghi in profondità ma viene poco servito dai compagni. (dal 30’st Allegro: Sv)
Allenatori Di Resta e Riitano 6,5: la loro squadra lotta e corre per tutti i 90 minuti. Nel primo tempo va sotto 2-0 immeritatamente ma nella ripresa si riscatta alla grande. La possibilità di passare il turno c’è ed è molto concreta con questo mentalità. 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW