Coppa Bruno Passalacqua, girone B: Albinia ed Atletico, pari e patta

U.S.D Albinia – A.S.D Atletico Grosseto: 2-2 (1’pt Maliziola; 40’pt La Mantia; 17’st rig Yildiran; 33’rig Fommei)

Albinia: Tarana, Bigliazzi, Cicerchia, Mecarozzi (dal 41’st Conti), Picchianti, Moschetto (dal 2’st Fuschi), La Mantia (dal 14’st Marini), Maliziola (C), Laurenti (dal 30’st Nuhi), Lelli (dal 12’st Catrin), Patanè. A disposizione: Garofani, Fuschi, Marini, Nuhi, Catrin, Conti, Caprini, Rum. All: Fusini.

AtleticoGrosseto: Bromo Michele, Bangoura, Betti (dal 1’st Fommei), Diocou (dal 12’st Bromo Mirko), Tozzi, Ottaviani (dal 1’st Giorgi), Ferrini (dal 1’st Kellner), Yildiran, Franci, Tronchi (C), Barzagli (dal 30’st Allegro). A disposizione: Allegro, Giorgi, Bromo Mirko, Fommei, Fuschi, Kellner, Cava, Scala. Allenatori: Riitano e Di Resta. 

Prima partita del girone B della 44ˆ coppa Bruno Passalacqua dove si affrontavano l’Albinia di mister Fusini e l’Atletico Grosseto. Partita vivace e ricca di emozioni con le due squadre che si sono equivalse per tutto l’arco dei 90 minuti. Prima frazione a forti tinte biancorosse con però l’Albinia brava a chiudere gli spazi e ad andare sul 2-0. Nella ripresa il cuore dell’Atletico ed un episodio dubbio hanno regalato il apri alla formazione del duo Riitano – Di Resta.
Pronti via e  alla prima aziona l’Albinia passa in vantaggio dopo appena 10 secondi: battuto il calcio di inizio la formazione rossoblù si proietta in avanti con Laurenti che prova la conclusione dai 16 metri, la respinta arriva sui piedi di Maliziola che dalla destra lascia partire un diagonale preciso che infila Bromo e si insacca per l’1-0. Passano solamente 3 minuti e l’Atletico Grosseto prova subito a reagire con Ferrini che lancia in area per lo scatto di Yildiran ma il numero 13 viene anticipato all’ultimo secondo dalla pronta uscita a terra di Tarana, estremo difensore dell’Albinia. Al 7° minuto di gioco l’Albinia si fa rivedere in avanti con un bel traversone dalla destra di La Mantia, ma il pallone attraversa tutto lo specchio della porta senza che nessuno riesca a deviarlo in rete. Il primo vero squillo dell’Atletico Grosseto arriva al minuto 16 quando Diocou riceve palla da rimessa laterale e scaglia un sinistro velenoso verso lo specchio della porta non trovando il gol per pochi centimetri. Ci prova dall’altra parte Patanè dopo un’uscita difettosa del portiere avversario Bromo ma il suo sinistro dopo un doppio dribbling a ritentare non è né potente né preciso. Al 19° arriva la prima vera colossale occasione per il pareggio per l’Atletico: il solito Ferrini lancia in profondità Yildiran il quale approfitta di un grave errore di Bigliazzi per involarsi verso la porta, ma a tu per tu con il portiere Tarana manda clamorosamente a lato vanificando il tutto. Passano i minuti sul cronometro con le due formazioni che si rispondono colpo su colpo senza mollare un centimetro e soprattutto con l’Atletico che si affida alle scorribande di Tronchi e Bangoura, autentico padrone del centrocampo. Al minuto 35 il numero 10 Lelli sfodera un sinistro volante da applausi dal vertice sinistro dell’area ma il suo tentativo si stampa sulla traversa; sulla conseguente respinta il più lesto di tutti a colpire è Laurenti che indirizza verso la porta a botta sicura ma il suo tentativo viene respinto dal parata superlativa di Bromo. Al 40′ però arriva il raddoppio dell’Albinia: da calcio piazzato sulla sinistra Lelli scodella dentro l’area per lo stacco di testa di Laurenti il quale trova la pronta respinta di Bromo che però non può far nulla sul tap – in di La Mantia il quale insacca da due passi firmando il 2-0 per i suoi. Si va al riposo dunque con il medesimo punteggio. La seconda frazione è allo stesso modo frizzante, le due formazioni si affrontano a viso aperto senza concedere niente agli avversari. Dopo un quarto di gioco dei secondi 45 minuti l’Altetico Grosseto riesce ad accorciare le distanze: Yildiran scappa sulla destra e prova a mettere in mezzo per un compagno ma il suo traversone viene intercettato dal braccio largo di Moschetto, l’arbitro Zamattia vede tutto ed indica il dischetto, dagli 11 metri si presenta lo stesso Yildiran che spiazza il portiere avversaria siglando il 2-1. La partita dunque si riapre e si infiamma con l’Atletico Grosseto in maglia amaranto rianimato dal gol del 2-1. Al 21′ Maliziola avrebbe l’opportunità per il bis personale dopo un errore in disimpegno di Tocci ma il suo diagonale termina abbondantemente a lato. Al 26′ su un retropassaggio suicida di Marini verso il proprio portiere per poco non ne approfitta il neo entrato Kellner che da posizione defilata spara sull’esterno della rete graziando l’Albinia. Al 33′ arriva l’episodio che ha fatto tanto discutere: bella combinazione sulla sinistra dell’Atletico Grosseto con Mirko Bromo che lancia in area Yildiran il quale sterza verso il centro scivolando a terra, il diretto difensore Bigliazzi scivola a sua volta e secondo il direttore di gara c’è il contatto tra i due, a nostro parere, inesistente; da dischetto si presenta Fommei che realizza il 2-2. Pochi minuti dopo, l’Albinia si vede negare un rigore solare: lancio lungo dalle retrovie, spizzata di testa in arma di rigore con Patanè che si fionda sul pallone, Bromo esce ma prende tutt’altro che la palla stendendo Patanè, l’arbitro non è dello stesso avviso e fa riprendere il gioco con una rimessa dal fondo. Termina così senza nessun’altra emozione l’incontro con le due formazioni che si dividono la posta in palio. 

2 Comments
  1. Osservatore di calcio 2 anni ago
    Reply

    Mi sembrate ma di molto di parte. Ieri una grande partita dell’Atlerico Grosseto che ha dimostrato di giocare meglio dell’Albinia. Il pareggio è un punto guadagnato per l’Albinia e due punti persi dall’Atletico. Albinia 3 tiri ma non pericolosi, gol fatti per disattenzioni difensive e non per merito loro. Atletico 5-6 occasioni di cui 3-4 clamorose e non sfruttate. Rigore entrambi GIUSTI, il loro invece come citate e nemmeno loro hanno protestato e questo ti fa capire quanto ci fosse o no, uscita del portiere a prendere palla alta ed infatti conquistata nel ricadere. SIATE PIÙ CORRETTI E REALI, VOI NON VINCETE NIENTE NEL NON ESSERE SINCERI!! Speriamo nel vostro prossimo commento, dato che anche quell’altri non sono molto parziali ma simpatizzanti, per quello che ho visto fino ad oggi in queste tre partite!!! Buon proseguimento..

    • Yuri Galgani 2 anni ago
      Reply

      Osservatore di calcio,
      approfitto del tuo post per rispondere a te e ad altri genitori che commentano gli articoli o le pagelle del nostro inviato, Balestracci.
      Ebbene, come hai giustamente evidenziato, non vinciamo niente, ma, aggiungo io, facciamo solo il nostro lavoro.
      Ripeto: l’inviato è Balestracci e per quello che ci riguarda va bene ciò che dice o scrive.
      Puoi o potete non essere d’accordo sulla sua cronaca o sui suoi voti, ma il tuo giudizio, così come quello di altri genitori, è pur sempre di parte.
      Tra l’altro, ti e vi invito a ricordare che stiamo parlando soltanto di un torneo giovanile, anche se importante per il nostro territorio.
      I ragazzi che lo giocano devono essere liberi di divertirsi, senza troppe pressioni o aspettative, così come il nostro giornalista deve poter scrivere ciò che reputa più giusto.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW