Grosseto-Prato: 1 a 0. Torromino su rigore. Successo fondamentale.

Grosseto-Prato 1 a 0. Terzo centro consecutivo dal dischetto di Torromino. Foto Fabio Lubrani - www.grossetosport.com

GROSSETO (3-4-1-2): Baiocco; Monaco (82′, Ferraro), Biraschi, Legittimo; Formiconi (89′, Albertini), Della Latta, Verna (61′, Lugo), Paparusso; Volpe; Torromino (cap.), Fofana A disposizione Mangiapelo, Ferraro, Boron, Gambino, Pichlmann Allenatore Massimo Silva

PRATO (3-5-2): Gazzoli; Matteo (81′, Ghidotti), Pasa (81′, Gabbianelli), Sorbo; Grifoni, Urso, Santini, Tassi (57′, Knudsen), De Agostini; Rubino (cap.), Bocalon A disposizione Ivusic, Coccolo, Romanò, Ogunseye Allenatore Vincenzo Esposito

Direttore di gara: Enzo Vesprini di Macerata
Assistenti: Fausto Rugini di Siena e Antonio Latini di Foligno
Reti: 67′ Torromino su rigore
Ammoniti: 24′ Fofana, 34′ Tassi (Po), 60′ Monaco, 70′ Sorbo (P0)
Espulsi:
Corner: 8 a 3 (p.t. 4 a 1)
Recupero: 4’ nel secondo tempo.
Note: Grosseto in maglia rossa, con banda trasversale bianca. Ospiti in maglia blu con bordi bianchi. Spettatori 642. Presenti circa 60 tifosi pratesi. Incasso € 3.456,60. Oggi non valevano gli abbonamenti, perché è stata indetta la Giornata biancorossa. Cielo coperto. Pomeriggio primaverile. Campo in condizioni non perfette.

Grosseto. Missione compiuta. Il Grifone doveva vincere lo scontro diretto contro il Prato e ha vinto, tra l’altro con merito, anche se su rigore (il terzo consecutivo) trasformato da capitan Torromino, giunto a quota 14 reti. Un successo ampiamente meritato, ottenuto contro un avversario diretto rimaneggiato, ma tenace. L’unica pecca odierna tra i biancorossi è stata quella di aver sbagliato un paio di grosse occasioni, ma questa è stata una costante stagionale. In ogni caso, si è trattato di una vittoria fondamentale in chiave salvezza, con i biancorossi sempre più artefici del proprio destino e, attualmente, in undicesima posizione. Ora restano due soli incontri: quello a L’Aquila e l’ultimo, in casa, contro il Gubbio. La salvezza ormai è a un passo e, per raggiungerla, basterà non distrarsi.

Occasioni sprecate dai biancorossi Il derby toscano tra Grosseto e Prato è un match fondamentale, uno di quelli che potrebbe valere una stagione. Lanieri rimaneggiati, ma convinti di poter dire la loro e biancorossi praticamente al completo. Silva sceglie il 3-4-1-2, mentre Esposito ripropone il suo collaudato 3-5-2. Come detto, la posta in palio è altissima, per cui la tensione si avverte anche in campo, con colpi decisi che Vesprini lascia correre fin troppo. Il Prato, in ogni caso, difende con l’intera squadra dietro la linea della palla lasciando l’iniziativa al Grosseto, ma anche pochissimi spazi. Al 6’, però, i biancorossi sfiorano il vantaggio col tocco di Formiconi ribattuto sulla linea da Gazzoli. All’11’, invece, è Fofana a provarci, ma il suo colpo di testa passa di poco sopra la traversa. I biancazzurri si fanno vedere solo al 18’, con un cross allontanato da Baiocco e ripreso da De Agostini, incapace, poi, di trovare lo specchio della porta da buona posizione. Al 32’, invece, i padroni di casa sfiorano ancora il raddoppio col colpo di testa di Formiconi, che scavalca il portiere avversario e (seppur di poco) la traversa. Successivamente, non si registra più niente di particolare, se non un Prato leggermente più propositivo, ma mai pericoloso.

Torro-gol ancora su rigore La ripresa, volendo, è ancora più brutta e tesa del primo tempo, con i risultati che sono arrivati dagli altri campi mettendo pressione ad entrambe le squadre. Si assiste, così, a qualche tiro velleitario, ma a nulla più. Diciamo che il match cambia all’improvviso, quando con le prime due sostituzioni (una per parte) Prato e Grosseto assumono caratteristiche diverse. A beneficiarne subito è il Grifone, che con Lugo assume ancora maggiore pericolosità. Proprio da una percussione del sudamericano arriva l’azione che sblocca il risultato. Infatti, Lugo avanza, passa la palla a Torromino in area avversaria e la punta crotonese trova il tocco di mano del giovane Matteo. È rigore netto, tanto che gli avversari non protestano. Si incarica della battuta Torromino, che spiazza Gazzoli e porta in vantaggio il Grosseto. Si tratta di un vantaggio sofferto, ma meritato. Al 70’, poi, un attimo di sospensione con l’assistente Fraschetti che stramazza al suolo dopo essersi scontrato con un giocatore unionista (Pichlmann?) che si sta scaldando. Ripreso il gioco, il match si accende ulteriormente, con scontri continui e lotta su ogni pallone. Esposito effettua anche un doppio cambio all’81’ e la sua squadra tenta il tutto per tutto. Silva, invece, all’82’ deve sostituire Monaco, infortunato, con Ferraro. Ormai la tensione si taglia a fette e all’87’, su un pasticcio difensivo biancorosso, Knudsen tira costringendo Baiocco al tuffo verso il secondo palo. C’è il tempo anche per vedere Formiconi in preda ai crampi, sostituito all’89’ da Albertini, ma ormai il Grosseto vede il traguardo vicino e ai lanieri non basta neppure il recupero per riuscire a pareggiare. Al triplice fischio finale, poi, tutti i biancorossi, compreso lo staff tecnico e quello dirigenziale, si abbracciano in mezzo al campo, felici per la vittoria e consci di essere ormai ad un passo dalla salvezza.

 

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

6’ Grosseto vicino al gol. Cross di Paparusso e tocco di Formiconi salvato provvidenzialmente sulla linea di porta da Gazzoli.
11’ Cross di Torromino e colpo di testa di Fofana che passa di poco sopra la traversa.
18’ Prato pericoloso. Baiocco costretto a smanacciare. La sfera, però, giunge sui piedi di De Agostini che tira mandandola alta da buona posizione.
20’ Bel numero di Fofana, che, spalle alla porta, riceve la sfera, si gira e tira. Fuori.
24’ Ammonito Fofana.
32’ Ancora i biancorossi vicino al vantaggio, sempre con Formiconi. Questa volta il colpo di testa dell’esterno unionista su cross di Torromino supera il portiere, ma anche la traversa ed esce.
34’ Tiro senza pretese di Santini da fuori area. Pallone sul fondo.
34’ Ammonito Tassi del Prato.
36’ Della Latta avanza e tira, ma non inquadra lo specchio della porta.
45’ Il primo tempo si chiude senza recupero.

SECONDO TEMPO

49’ Torromino, egosticamente, tira con due compagni meglio posizionati. Pallone sul fondo e qualche mugugno del pubblico.
52’ Controllo e tiro di Santini dal limite dell’area. Conclusione totalmente sbagliata.
55’ Volpe raccoglie una palla respinta dalla difesa pratese e tira da 20 metri. Gazzoli, attento, si inginocchia e para.
57’ Primo cambio della partita. Lo effettua il Prato, che avvicenda Tassi con Knudsen.
60’ Ammonito Monaco.
63’ Il colpo di testa di Fofana passa sopra la traversa.
67’ Rigore per il Grosseto! Torromino crossa in area e trova un evidente tocco di mano di Matteo. Penalty netto, tanto che i lanieri non protestano.
67 GOL! Torromino spiazza imparabilmente Gazzoli e porta in vantaggio il Grosseto.
70’ Ammonito Sorbo del Prato.
73’ Lugo pennella una bellissima traiettoria dal limite. Gazzoli vola, salva la porta e manda la palla in corner.
77’ Torromino recupera palla al limite dell’area ospite e tira. Fuori.
81’ Doppio cambio nel Prato: fuori Matteo e Pasa, dentro Ghidotti e Gabbianelli.
82’ Secondo cambio unionista. Esce Monaco, infortunato ed entra Ferraro.
87’ Pasticcio difensivo maremmano, con la sfera che rimane in area. Su di essa di avventa Knudsen che costringe Baiocco a tuffarsi per parare. Brividi, ma tutto bene.
89’ Esce Formiconi ed entra Albertini.
90’ Concessi 4’ di recupero.
90’+1’ Torromino tenta di piazzare la palla, ma Gazzoli para.

5 Comments
  1. charlie 4 anni ago
    Reply

    E quanti rigori servono per salvarsi. E poi vi lamentavate degli arbitri. Alla faccia del bicarbonato….

    • Yuri Galgani 4 anni ago
      Reply

      Sai bene che il rigore era nettissimo, al punto che quelli del Prato non hanno neppure protestato.
      Il Grosseto è in credito sotto tanti punti di vista, inutile ironizzare. 😉
      Piuttosto, se i biancorossi concretizzassero le occasioni che creano in ogni partita, i rigori ottenuti neppure li noteresti.
      Ah, poi, una volta ottenuti, i rigori bisogna essere bravi a segnarli! 😉

  2. Daniele tanganelli 4 anni ago
    Reply

    Charlie…è da qualche partita, che ci stanno dando quello che ci spetta…non ci regalano niente…non ti preoccupare!!! Se ce lo davano prima quello che ci spettava…s’era già salvi da mo!!!!

  3. re artù 4 anni ago
    Reply

    charlie non sei degno nemmeno di una risposta!!!!!!

    • Grifo65 4 anni ago
      Reply

      Dai Charlie che ce la fai……………..

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news