Calcio malato, il Comune di Follonica fa partire l’iter per la revoca degli impianti all’Us Follonica

Il campo di calcio del "Capannino" di Follonica

Follonica. È stata una decisione che inevitabilmente doveva essere presa dal Comune di Follonica circa l’utilizzo degli impianti sportivi affidati all’Us Follonica.
L’amministrazione comunale ha infatti avviato l’iter per la revoca della convenzione.
Questo perché sono ivenuti a mancare punti cardine della convenzione stessa (di quindici anni ndr), come gli investimenti che non sarebbero mai stati fatti pari ad euro 450.000 mila per opere di straordinaria amministrazione.
Ricordiamo che il Comune di Follonica versava un contributo annuo di circa 80 mila euro per le spese di ordinaria amministrazione come bollette delle utenze e quanto altro in maniera trimestrale posticipata purché le stesse fossero state regolarmente pagate e su questo punto non ci sono mai stati problemi.

A fronte di ciò adesso l’Us Follonica avrà del tempo per dimostrare materialmente e tangibilmente la volontà di iniziare le opere di straordinaria amministrazione, viceversa si procederà ad intraprendere l’iter di aggiudicazione ad altra associazione sportiva.

Naturalmente, la gestione degli impianti per l’attività della prima squadra e di tutte le compagini della scuola calcio sarà garantita fino al termine della stagione, ma a luglio ci potrebbe essere già un nuovo soggetto che possa usufruire delle strutture.

2 Comments
  1. Follonichese 3 anni ago
    Reply

    Solo una parola: finalmente!! Ora vogliamo imprenditori seri a Follonica che riportino il calcio cittadino al livello che compete!

  2. Il Cappellaio Matto 3 anni ago
    Reply

    Il calcio non e’ malato, sono le persone che lo ammalano….sarebbe curioso capire dove sono andati a finire gli 80.000 euro annui che il comune gli consegnava,

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news