Il punto sulla Terza: i ragazzi di Rosselli tornano al comando. Invicta forza 12!

Dato quasi per spacciato, il Punta Ala, nella trasferta di Capalbio, ha risposto più che presente. La formazione di Rosselli, un po’ in difficoltà nelle ultime uscite, ha rifilato un poker alla Torbiera, non proprio l’ultima formazione arrivata, che sa un po’ come una rivincita. Dopo il pari con l’Atletico Arcille, e le sconfitte contro Invicta e Aldobrandesca, e qualche squalifica che aveva fatto palesare un po’ di nervosismo, sembrava che il Punta Ala potesse cedere psicologicamente. Ed invece a Capalbio è arrivata la smentita: il Punta Ala c’è ed è vivo, e lotterà per il primo posto, o comunque per i playoff, fino al termine della stagione. Dietro c’è da prendere nota di alcune considerazioni. La prima è che il Massa Valpiana si è fatto rallentare da un’Aldobrandesca in grande crescita. Alla formazione di Coppi manca solamente un bomber da doppia cifra per puntare davvero al primo posto: Saragaglia quest’anno non sta andando in gol con la stessa continuità degli anni passati, mala difesa degli amiatini è sempre solida ed in gol vanno un po’ tutti. L’altro aspetto riguarda l’Invicta, giunta al dodicesimo risultato utile consecutivo (di cui 6 vittorie in fila dalla 5° all’11° giornata). Una marcia crescente, potente ed imperiosa che ha portato il team di Camarri dai bassifondi d’inizio campionato al terzo posto. Ginanneschi ed i compagni della difesa hanno blindato la porta (15 gol subìti, miglior difesa assieme al Punta Ala) e la vetta ora è a soli tre punti. Nuova Grosseto ed Orbetello Scalo escono al momento dalla zona playoff causa una domenica da mandare subito nel dimenticatoio. I ragazzi di Piccioni hanno manifestato i soliti problemi fuori casa (di 29 punti totali, 21 sono arriva sul sintetico di via Australia), mentre i lagunari sono stati frullati da un Ribolla a cui è riuscito tutto. Per Ercole c’è il problema dell’assenza di equilibrio di una squadra che in 17 partite ha pareggiato una sola volta, vincendo 9 volte, ma perdendo anche in 7 circostanze. Problemi da risolvere, e in fretta, per i due tecnici, mentre torna in zona calda il Castiglione che fa sua la quinta posizione. Dietro, potrebbe ancora rientrare il Braccagni, che con Manzella in difesa potrebbe aver risolto il guaio del gol subìti, mentre la Torbiera, che ha il peggior attacco delle prime dieci, resta invischiata nell’assenza di costanza.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news