Connect with us

Grosseto Calcio

Real Forte Querceta-Fc Grosseto: le pagelle. In pochi si salvano

Published

on

FC GROSSETO 5: Tanto impegno specialmente nel primo tempo quando i biancorossi hanno cercato di imporre il proprio gioco. Nella ripresa ha sofferto il ritmo dei padroni di casa.

LANZANO 6: Non ha grosse colpe nell’azione del gol, per il resto parate di ordinanza.

NAVAS 5,5: leggermente meglio rispetto a domenica scorsa, ma da lui ci si aspetta più personalità.

GARGIULO 5,5: appena sufficiente in fase difensiva, poco propositivo quando si deve far vedere in avanti.

CASINI 5: fa sempre difficoltà a trovare le geometrie e a dettare il ritmo alla squadra.

ROSANIA 5,5: appena arrivato viene gettato nella mischia. Si vede che ha buone qualità, cala nella ripresa per essere sostituito.

SBARDELLA 6: si fa trovare sempre pronto negli anticipi e nelle chiusure.

DEMARTIS 6: il capitano è di esempio per i compagni per abnegazione e corsa. Peccato a volte predica nel deserto.

BENUCCI 5,5: soffre la fisicità e l’aggressività del centrocampo avversario.

LOMBARDI 5,5: da lui ci si attendeva più incursioni e più incisività che purtroppo non arrivano.

LISAI 5,5: è uno dei pochi che ci prova e non molla fino all’ultimo. In crescita, ma ancora non basta.

FALCONIERI 5,5: agisce da unica punta e ci prova in più di un occasione nel primo tempo senza trovare la via della rete. Adesso l’astinenza da rete comincia a farsi sentire.

VECCHI 6 (dal 21′ st): entra al posto di Rosania e svolge il suo lavoro in maniera ordinata.

DRAGHETTI (dal 20′ st) 5: entra al posto del capitano, ma della sua consueta fantasia non si vede nemmeno l’ombra.

CIKO (dal 25′ st) 5: ha sulla coscienza il fallo che decreta il penalty e la sconfitta del Grosseto.

 

Advertisement
7 Comments

7 Comments

  1. grifos

    25 Set 2016 at 20:21

    Dalle pagelle deduco che non eravate a Forte….

    • Fabio Lombardi

      25 Set 2016 at 20:45

      Le pagelle ci sono state inviate da un collega di Forte dei Marmi

  2. sportivo

    25 Set 2016 at 21:01

    Purtroppo non c era nemmeno la società…

  3. grifoncino abbattuto

    25 Set 2016 at 21:43

    l’unico da 5 è falconieri. Gli altri oscillano dal 3 al 4. Figura indecorosa. Eravamo una cinquantina da Grosseto e si respirava un’aria di disfatta…una tristezza unica. Giornata amarissima e non per il risultato. E’ finito tutto, pincione deve anda’ via il prima possibile e noi dobbiamo ripartire. Da qualsiasi categoria. PErchè cosi non c’è niente. Il niente.

    • attilio regolo

      26 Set 2016 at 06:48

      Persone come te, “grifoncino abbattuto”, sono la speranza dell’avvenire. Pincione o non Pincione qui c’e’ da tirar su la testa e pedalare tutti insieme nella stessa direzione. Tifosi lro e contro, politici, amministratori, giornalisti, cittadini comuni, tutti a difendere l’onore di una Citta’ Capoluogo sostenendo in qualsiasi modo questa squadra di calcio che volenti o nolenti sta rappresentandoci anche se al momento in modo disgraziato sulla ribalta regionale e nazionale.

    • Grifo65

      26 Set 2016 at 13:36

      Via tutti!

  4. BlackEagle

    26 Set 2016 at 00:56

    Ma a chi vogliamo dare la colpa se é stata allestita una squadra di raccattati? A Mr. Pincione ovviamente, o meglio al fatto che non ha preso un Direttore Sportivo che potesse allestire una parvenza di squadra totalmente azzerata dopo i playoff . Del resto Pincione c’era anche l’anno scorso e proprio schifo l’FC Grosseto non aveva fatto. Soltanto che quest’anno sembra che sia voluto rimanere solo per farci dispetto , distruggendo quanto di buono aveva fatto la scorsa stagione, forse per ripicca a quanto accaduto con l’ amministrazione comunale (che peraltro non ha alcuna colpa, le regole, e le leggi, vanno rispettate).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi