Il punto alla fine della stagione regolare in Prima Categoria. Per quattro squadre l’avventura non è ancora finita…

Falciani Caldana Nella foto Fabio Falciani, qui in maglia Roselle.

LA STAGIONE PROCEDE SOLO PER QUATTRO SQUADRE Si chiude la stagione regolare di Prima Categoria, e il girone F ha già emesso molti dei suoi verdetti. Non solo la Chiantigiana che è risultata la regina del campionato, ma anche in fondo alla classifica i giochi sono già fatti, con Valdarbia, Staggia e Caldana che retrocedono in Seconda Categoria senza disputare i playout: tra terz’ultima e quart’ultima, infatti, la forbice è più di dieci punti. Il Valdarbia chiude all’ultimo posto dopo il ko contro il San Quirico e un girone di ritorno molto insufficiente per le potenzialità e le ambizioni della squadra di mister Fanti. Allo Staggia, invece, fenomenale nell’ultimo spicchio di stagione con cinque vittorie consecutive, è stato fatale il successo del Montalcino contro l’ormai campione Chiantigiana, che non ha permesso a Gelli e compagni di disputare un playout che solo un mese fa poteva sembrare fantascienza. Il Caldana, invece, dopo aver dato segnali incoraggianti a metà stagione, si è persa tra i tanti infortuni e risultati sfuggiti: lo spareggio con la Castiglionese ha però palesato dei limiti o comuqnue ha mostrato la maggior qualità a disposizione dei rossblù che, per la seconda stagione consecutiva, brindano alla salvezza all’ultima giornata. Risolte le pratiche della bassa classifica, quattro squadre rimangono in corsa, con i due derby Fonteblanda-Neania e San Quirico-Quercegrossa che costituiranno l’epilogo di questa stagione: il Fonteblanda chiude un’altra stagione ad altissimo livello centrando la seconda posizione e attendendo la visita di una squadra in salute e protagonista di una incredibile rincorsa come la Neania, la vera e propria sorpresa di questa annata. Si incroceranno le due massime espressioni del calcio grossetano del girone, con i neroverdi che dovranno archiviare le due sconfitte subite in campionato. Sei punti che forse avrebbero potuto scrivere un finale diverso in questa stagione. Nell’altra parte del tabellone si sfideranno San Quirico e Quercegrossa, vittoriose anch’esse nell’ultimo turno: i giallorossi, a lungo in testa, hanno pagato a caro prezzo gli infortuni della parte finale della stagione, mentre il team di Raveggi è sempre rimasto in linea di galleggiamento tra la terza e la quarta piazza. Quattro complessi di indubbio valore, e che sono giunti con merito a giocarsi la possibilità di approdare in Promozione: solo una squadra, però, avrà la certezza di riuscirci.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news