Promozione: c’è attesa per il derby Manciano-Albinia. Il Fonteblanda fa visita al Donoratico, li San Donato cerca il rilancio con il Rosignano

Nella foto Luciano Tommasi, tecnico del Sant'Andrea

Grosseto. Il programma della ventiduesima giornata di Promozione, per quel che riguarda le formazioni maremmane, è particolarmente appetitoso. Spicca la sfida del “Niccolai” fra il Manciano e l’Albinia, derby maremmano dai sapori forti per vari motivi. Primo fra tutti la presenza sulla panchina dell’undici di casa di Luciano Tommasi, subentrato ad inizio settimana ad Antonio Morello.
Il nuovo allenatore esordirà da ex avendo più volte allenato i rossoblu ospiti. Altro motivo degno di nota è l’importanza della sfida in chiave salvezza.

La compagine mancianese è penultima e rischia sempre più la retrocessione diretta. L’Albinia e tredicesimo ed un eventuale successo aumenterebbe le speranze di evitare i play out. Da non dimenticare anche che la squadra di casa non ha mai vinto sul suo campo e questa è una ghiotta occasione per farlo.

Nelle fila mancianesi saranno assenti il portiere Del Duchetto per squalifica e Ballerini per problemi alla caviglia. Fra i rossoblu albiniesi non ci sarà lo squalificato Mecarozzi ma torneranno Andrea Negrini, Antonio e Mattia Zaccariello. Tanti particolari interessanti e intriganti che rendono “speciale” questa sfida.

Altro incontro di grande importanza è quella fra Donoratico e Fonteblanda, entrambe undicesime con 25 punti. Sfida da brividi che sa di spareggio per la salvezza diretta. Pronostico da tripla e notevoli probabilità che la gara potrebbe essere decisa da qualche episodio casuale. I neroverdi allenati da Francesco Ripaldi provengono comunque dal brillante successo casalingo con l’ex capolista Fucecchio,ora seconda, un biglietto da visita da prendere in considerazione.

Il Donoratico invece proviene dalla sconfitta esterna di misura subita sul campo della Pecciolese, formazione dalle grandi qualità ma partita male ad inizio stagione e ripresasi in seguito.

Infine, al Michele Burioni il San Donato sfida il fanalino di coda Rosignano che nelle ultime due gare giocate, entrambe in casa, ha battuto l’Atletico Etruria e pareggiato con la Pro Livorno. Una squadra che sembra stia crescendo. I bianco verdi invece hanno disputato e perso due derby, il primo in casa con il Fonteblanda e il secondo in trasferta con l’Albinia, entrambi per 3-0. Bilancio negativo che registra due sconfitte, zero reti fatte e sei subite. Mento no per la squadra di Michele Cinelli, scesa al sesto posto e momentaneamente fuori dalla zona play out. Obbiettivo unico per i maremmani è vincere e allontanare lo spauracchio di na eventuale e pericolosa crisi.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW