Piero Camilli: “Grosseto? Una partita come le altre, sono sereno”

Piero e Luciano Camilli - foto Fabio Lubrani - www.grossetosport.com

VITERBO. Abbiamo raggiunto telefonicamente Piero Camilli e con lui abbiamo parlato della super sfida di domenica prossima.

Camilli sente la pressione di questa partita?

“Assolutamente no. Sono stato impegnato tutta la settimana nel mio lavoro e non ho avuto modo di pensarci. Sono molto sereno, anche perchè sono abituato a sfide più importanti come contro Parma, Sampdoria, Bologna, tanto per citare qualche sfida importante…”

Qui a Grosseto c’è stata la caccia al tagliando e qualche critica le è stata mossa per il prezzo del biglietto...

“Scusi ma i nostri tifosi quanto hanno pagato all’andata? Mi pare dieci euro. Vede non c’è niente di male. E poi mi lasci dire una cosa: a Grosseto si pensa più al provincialismo che altro. C’erano 5000 tifosi contro il Poggibonsi e poi magari 2000 in Serie “B”. Quello che sta accadendo per il match di domenica conferma quanto sto dicendo”

A Viterbo come si vive la sfida?

“In maniera tranquilla, posso assicurare che non c’è tutto questo stato di attesa. E’ una partita importante come ce ne saranno con il Rieti o l’Arzachena, tutto qua”

Sarà una sfida fondamentale per la vittoria del campionato?

“Non credo proprio, ci sono 27 punti in palio da qui alla fine e tutto può ancora accadere”

La sua squadra sarà priva di due elementi importanti come Cuffa e Dierna oltre al tecnico…

“Due assenze pesanti, ma sono consapevole di avere una rosa ampia e competitiva e chi sarà in campo non farà rimpiangere gli assenti”.

Un calendario che regalerà ancora tanti scontri diretti, cosa ne pensa?

“Noi ne abbiamo tre e tutti in casa, il Rieti non ha un cammino facile come del resto il Grosseto, ripeto ancora è tutto da decidere”.

 

10 Comments
  1. Grifo65 3 anni ago
    Reply

    Certo col Poggibonsi c’erano 5000 tifosi, che ancora non avevano capito l’umo di Grotte. Avevano dato amore a scatola chiusa. Poi come si dice in genere sono provinciali, un pò contadinotti ed infatti un vecchio proverbio cita: “contadino, scarpe grosse e cervello fino” dopo che i tifosi hanno capito con chi avevano a che fare, invece di contestare, hanno scelto di andare al mare o a passeggio nelle ridenti località maremmane! Le partite importanti erano quelle con il Livorno ai Play Off dove lo stadio era pieno zeppo! come mai a Viterbo non ci vanno a vedere la partita? Forse già lo conoscono?

    • attilio regolo 3 anni ago
      Reply

      Mai vista una persona meno credibile dell’ affossatore della gloriosa U.S Grosseto 1912. Lo scontro con il risuscitato FC Grosseto per il padrone della Viterbese-Castrense e’ in realta’ una di quelle partite dal significato e sapore esistenziale unici dove ti giochi la reputazione. Il vecchio giocatore di poker calcistico sta bluffando ancora una volta spudoratamente.

      • Corrado 3 anni ago
        Reply

        Concordo al 100%! 😉

    • pasquino 3 anni ago
      Reply

      Non hai sbagliato una parola ,bravissimo

  2. grifos 3 anni ago
    Reply

    Lasciando perdere tutto il resto su una cosa ha ragione, a Grosseto tanto entusiamo il primo anno di b dove tutti si sono scoperti tifosissimi del grifone e poi tutto a calare dando tutto per scontato come se nel passato avessimo fatto la Champions……..solo ora tutti si rendono conto di quanto era bella ed importante la serie b………

  3. Stefanos 3 anni ago
    Reply

    Sul provincialismo ha ragione, sul fatto che sia tranquillo anche visto che la viterbese contro di noi è favorita e parte da tre punti di vantaggio quindi gli basta anche un pateggio. Si spera comunque di fargli venire un pò d’ansia facendo il colpaccio ma ci vorrà la migliore prestazione della stagione

  4. Contabile 3 anni ago
    Reply

    Se il biglietto costa 10, come mai sul mio c’e’scritto 8 euro? Prevendita fai da te? Ahiahiahi

  5. biancorosso 3 anni ago
    Reply

    Domenica allo stadio di Viterbo tutti in curva per dare un incitamento al Grosseto da far meravigliare gli sportivi viterbesi tanto da doverli far pensare di come abbia fatto l’uomo di Grotte di Castro a ferire moralmente,con la sua volonta’ di cancellare dal calcio che conta questa meravigliosa tifoseria grossetana.

  6. Luca 3 anni ago
    Reply

    Camilli se perdi con il Grosseto ti xxxxxxxxxxx no che questa è una partita come le altre….

  7. ROMAGNA Biancorossa 3 anni ago
    Reply

    Ragazzi è innegabile che domenica ci giochiamo praticamente la stagione e questa partita è più importante per noi che per gli altri…..loro in teoria possono anche perdere,noi dobbiamo vincere……io spero che i ragazzi scendano in campo concentrati pet tutti i 90 minuti e diano tutto perché avranno dietro noi che li spingere fino alla fine……mi dispiace solo vedere che a Genzano c erano si è no 70/80 persone e invece domenica probabilmente si andrà almeno in 600/700……se almeno jna parte di questi venisse più spesso anche alle altre partite che contano cmq 3 pt come questa……ma è un discorso vecchio……Solo Grossetoo

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news