Francesca e Viviana per sempre

Ventuno anni dopo, Francesca e Viviana non svaniscono nelle nebbie della memoria. Sono state ricordate domenica allo Zecchini, il club “Anno Zero” le ha omaggiate con uno striscione creato per l’occasione e c’è chi ha esposto il drappo ormai storico che riporta i loro nomi, ma soprattutto a tenerle vive sono le emozioni ancora caldissime nei cuori di chi le ha conosciute e ne tramanda la memoria alle nuove generazioni.

Ventuno anni non sono uno scherzo, una volta a quell’età si diventava maggiorenni, eppure sembra dannatamente oggi quel maledetto, infame 25 febbraio 1995. Lo sembra sempre, non soltanto in occasione della ricorrenza. Il tempo si è fermato, il dolore è rimasto costante, tremendo ed indelebile. Non è vero che il tempo lava tutte le ferite: questa non è riuscito a risarcirla e non ci riuscirà mai.

Francamente è impossibile parlare di loro al passato. Francesca e Viviana sono, non erano. Sono. Sono e saranno sempre. Sono in mezzo alla Nord, al centro, proprio dietro la porta, al loro posto. Sono alla fontanella davanti al Campo Zauli, sono nella loro eterna gioventù, sono in ogni gioia legata al Grifone, sono in ogni momento di questi ventuno anni, saranno a Viterbo come sono presenti ad ogni partita del Grosseto. Sono, ma ci mancano terribilmente.

1 Comment
  1. Corrado 3 anni ago
    Reply

    Bravo Giulio! ECCELLENTE articolo! 😉

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news