Connect with us

Grosseto Calcio

Gs intervista Da Pozzo: “A Grosseto ho trovato un gruppo che si aiuta e sa soffrire. Il centro sportivo mi ricorda Empoli”

Published

on

GROSSETOLeonardo Da Pozzo è stato l’ospite principale della puntata del 23 settembre a “D Lunedì” il settimanale in streaming di Grossetosport. Occasione per una breve intervista mentre i tecnici allestivano il set per la trasmissione.

Il ventunenne neo acquisto, visto all’opera al San Marco Avenza nelle passate stagioni di Eccellenza Toscana, è già un titolare in questa fase iniziale di Serie D e pare a proprio agio qua in Maremma: <<Sta andando tutto bene, siamo un gruppo bello, i giocatori grande non stressano ma aiutano. Società bellissima e tifosi spettacolari>>.

Che gruppo hai trovato a Grosseto?
<<Conoscevo Viligiani, Giani, Milani (con i quali coabita, ndr.) mentre Gorelli e Ciolli li ho visti sui campi di gioco, ma solo come avversari – risponde Da Pozzo – quando si vince viene tutto meglio. Stiamo assieme un casino di tempo se non ci trovassimo bene non sarebbe facile. In casa siamo bravi – sorride – magari c’è da fare i turni quando c’è da scegliere cosa guardare in televisione, per ora decidono i più vecchi, cioè io e Giani: ci impossessiamo del telecomando, gli altri li mandiamo a giocare alla Playstation>>.

Ti aspettavi un ambiente così a Grosseto?
<<Speravo che fosse così, si vede che è un ambiente molto professionale. Altre squadre di Serie D non sarebbero paragonabili a quello che si trova in questa società>>.

Primo posto in classifica, sei spesso fra i titolari che rapporto hai con l’allenatore, ha cambiato il tuo modo di giocare?
<<Lamberto Magrini mi ha fatto i complimenti per la partita di domenica scorsa. Per ora sto facendo la mezzala, l’anno scorso ero abituato a svariare di più, il mister mi ha disciplinato – risponde Leonardo – Tatticamente lavoriamo molto e so come comportarmi anche in fase difensiva, fino alla passata stagione ero abituato a fare per come mi sentivo. Tutta la squadra ha mostrato capacità in queste gare: quando soffriamo riusciamo a chiuderci bene, a darci una mano. Ci sta di soffrire una ventina di minuti però riusciamo a subire poche occasioni da gol e soprattutto siamo noi a renderci pericolosi>>.

Hai avuto occasione di vedere il centro sportivo che sarà inaugurato sabato prossimo a Roselle?
<<Del centro sportivo ho visto dei filmati, mi ricorda Monteboro (l’academy dell’Empoli, ndr.) – spiega Da Pozzo – anche se a Empoli c’era un punto ristoro simile a quello che c’è allo Zauli, a Roselle è previsto più grande>>.

In quel centro sportivo ci sei cresciuto, raccontaci brevemente la tua trafila prima di approdare in biancorosso:
<<A Monteboro ci sono rimasto dai 10 ai 16 anni, ad Empoli ci sono arrivato dalla Sarzanese e da lì sono ripartito per la San Marco Avenza. Sapevo che c’era la possibilità di approdare a Grosseto, il tutto si è concretizzato poi in estate>>

Settimana piena di appuntamenti , prima il turno di Coppa di Serie D poi la sfida ad Albano Laziale contro la seconda:
<<Il Seravezza Pozzi è una squadra composta da elementi che conosco, quattro o cinque ragazzi giocavano come me in Eccellenza, saranno novanta minuti che giocheremo senza pensare al campionato, in caso di parità si deciderà il passaggio ai rigori, noi speriamo di vincere poi dal giorno dopo penseremo all’Albalonga>>.

Giornalista Pubblicista dal 2010. Ha scritto per il quotidiano Corriere di Maremma e collaborato con TMW, Calciomercato.com, Calciopiù, Radio RBC, Vivigrosseto.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi