Serie D: la quarta giornata di campionato

Grosseto-Montecatini 1-3. Lisai in azione, contrastato da un avversario

Grosseto. Una partenza così brutta del Grosseto (1) non la si vedeva dai tempi del primo anno in serie B quando nelle prime tre giornate (gestione mister Roselli) non ottenemmo neanche un punto, per poi risalire la china e fare un campionato di tutto rispetto. Allora, però, eravamo tutti propensi a giustificare il comportamento della squadra, il sogno serie B si era appena realizzato e la partecipazione da comprimari ad un campionato così importante poteva essere nella corde di una società allora inesperta. Ma oggi no! Una squadra che ha acquisito prestigio in tanti campionati di livello nazionale, non può ridursi a fare da comprimaria in un campionato, comunque nazionale, ma sempre di levatura dilettantistica è. Per questo la trasferta di domenica prossima a Forte dei Marmi contro il Real Forte Querceta (3), ha il sapore da ultima spiaggia; non tanto per l’allenatore, arrivato in Maremma da appena una decina di giorni, quanto proprio per la squadra e per la società in quanto una nuova sconfitta, da una parte consacrerebbe l’ultimo posto in classifica, dall’altra comprometterebbe drasticamente anche le migliori intenzioni espresse dalla società in estate. Nata come Unione Forte dei Marmi la società versiliese ha sviluppato la propria attività nell’area della Versilia e in più di cento anni di storia ha partecipato prevalentemente a campionati dilettantistici arrivando a quello che allora era un campionato semiprofessionistico (la serie C) soltanto negli anni quaranta, vantando però ben 4 partecipazioni al campionato. Raggiunse traguardi importanti a livello dilettantistico anche agli inizi degli anni settanta partecipando a campionati di serie D e Promozione, ma poi lunghi anni in categorie inferiori fino alla fusione, avvenuta nel 2012, con il Querceta Calcio ottenendo in poco tempo nuovamente il diritto a partecipare ad un campionato di serie D.
La giornata prosegue con in programma Fezzanese (4) – Ghivizzano (5); Lavagnese (4) – Massese (3), partita all’apparenza equilibrata, ma che dovrebbe vedere, potenzialmente, una massese in fine prevalere; Montecatini Valdinievole (7) – Ligorna (4), con i termali sorprendentemente in testa, e gli ospiti a cercare sopratutto di non uscire sconfitti, mentre in Savona (4) – Argentina (4) anche qui i padroni di casa, sulla carta, non dovrebbero avere particolari problemi, se non la rotondità della palla (perdonatemi la battuta).
Sui prosegue con Unione Sanremo (5) – Ponsacco (1) con i liguri ben affermati in classifica e i mobilieri accasati all’ultimo posto insieme al Grosseto; in Finale Ligure (3) – Viareggio (6) i toscani sembrerebbero avere una marcia in più anche se l’unica trasferta giocata fino ad ora è terminata con una sconfitta; Sporting Recco (2) – Sestri Levante (4) sembrerebbe già una partita tra due squadre con obiettivo una salvezza tranquilla.
Chiude il programma Gavorrano (6) – Jolly Montemurlo (7), primo vero e proprio scontro al vertice dove il risultato finale potrebbe tarpare le ambizioni di una delle due formazioni. (AS)

1 Comment
  1. argentario 3 anni ago
    Reply

    sotto il profilo tecnico l’acquisto di Rosania dimostra un’inversione di tendenza: sembra che finalmente si sia capito che PRIMO NON PRENDERLE – poiché questo è un 91 che mi ricordo col Lanciano in B, nell’anno in cui siamo retrocessi, ha fatto metà campionato titolare, se non ha problemi fisici sarà una colonna della squadra – speriamo che il portiere (che ha qualità) si riprenda – a questo punto, almeno da parte mia, bando alle polemiche sulla società, ed iniziamo la risalita. E comunque in bocca l lupo ai cugini di Gavorrano, sempre un’ottima squadra, dalla società al diesse, dal mister ai giocatori

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW