Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Ghirelli: “Si chiamerà Lega Pro e il Direttivo deciderà sui gironi”

Francesco Ghirelli, direttore generale della Lega Pro (immagine tratta da www.professionecalcio.net)

Il direttore generale della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha rilasciato un’interessante intervista ai colleghi di Tuttolegapro.com sul futuro del prossimo campionato di quella che una volta era chiamata Serie C. Ebbene, leggendo le dichiarazioni di Ghirelli emergono alcuni punti chiave, come il concetto di “extraregionalità” che è già applicato per la composizione dei gironi attuali e che resterà in vigore anche per il futuro, indipendentemente dalla divisione in raggruppamenti verticali od orizzontali. In parole più semplici, non è stato ancora stabilito se avremo, ad esempio, i gironi A, B e C creati tramite macro-aree geografiche, come Nord, Centro e Sud (suddivisione orizzontale), oppure in verticale, comprendendo un po’ tutte le zone italiane. A tal proposito, Ghirelli ha detto: <<L’extraregionalità c’è anche ora, ci sono più Regioni per ogni girone. È inevitabile che siano più Regioni, comunque su divisione verticale o orizzontale non sappiamo niente. Su come i gironi andranno fatti sarà il Direttivo a decidere>>. Beh, se si cercherà di contenere le spese, appare logico pensare che si ricorrerà a una divisione di tipo orizzontale, favorendo così spostamenti piuttosto ravvicinati. La Toscana, ad esempio, a certe condizioni, potrebbe avere ben 9 (nove) formazioni al via: Carrarese, Grosseto, Lucchese, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Prato, Tuttocuoio e Viareggio. In tal caso, sarebbe davvero un peccato veder dividere le formazioni dell’ex-Granducato. Certo, il Pisa spera ancora nei play-off per tornare in B, così come il Grifone si augura un miracolo. Non da meno la Lucchese, in D, che avrà il match-promozione in casa – contro la Correggese – proprio all’ultima giornata o il Tuttocuio, in Seconda Divisione, che lotta per essere promosso in Prima direttamente o tramite i play-off. Per ciò che concerne il nome da usare per definire il terzo campionato più importante del calcio italiano, invece, Ghirelli ha dichiarato: <<Quando sono arrivato io era Lega Pro, quindi secondo logica a mio parere il nome dovrebbe essere Lega Pro. Il marchio è affermato, non credo che verrà cambiato il nome. Prima c’erano Prima Divisione e Seconda Divisione, dalla prossima stagione non ci sarà più questo problema, quindi la chiamiamo Lega Pro>>. Dunque, con tutta probabilità, il prossimo campionato lo chiameremo semplicemente Lega Pro, con buona pace dei nostalgici, che già parlavano di Serie C o di coloro i quali pensavano alle definizioni di C Unica o di Divisione Unica.

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Conduce la trasmissione web Il lunedì del Grifone ed è il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • qualche genio davvero ci dovrebbe spiegare che senso ha fare i gironi in senso verticale… mettere insieme x esempio la val d’aosta con la calabria è da delinquenti… l’unica cosa che dovrebbe esse certa x ridurre i costi e aumentare le presenze negli stadi, è favorire i derby tra squadre + vicine possibile geograficamente… speriamo chi comanda usi il cervello e che non ci siano altri interessi sotto…

  • Eh sì, purtroppo la realtà è questa. Ancora non sono entrato nella nuova/vecchia Lega Pro. Sei anni di B m’avevano fatto venire il palato fine. 🙁

  • Io avrei preferito si tornasse a chiamarla Serie C. Serie A, serie B e serie C. Semplice no?
    Concordo con definire scellerata l’ipotesi di dividere verticalmente il Paese. Poi come farebbero? Costa tirrenica, centro e costa adriatica? Bellino davvero! Sai che popo di trasferte costose e poco stimolanti sul piano del campanile!
    Ma cominciare a mettere a dirigere qualche persona intelligente no eh!