Rappresentative provinciali: in campo mercoledì contro Pisa

Agide Rossi

Grosseto. Mercoledì prossimo, 27 febbraio, dopo le prime partite disputate e Carrara, è previsto sempre in trasferta il secondo impegno per le Rappresentative della Delegazione Provinciale della Figc presieduta da Agide Rossi, Giovanissimi 2005 ed Allievi 2003, impegnate nelle manifestazioni organizzate dal Comitato Regionale della Figc presieduto da Paolo Mangini e valide per il XXXII Trofeo Toscana e VIII Torneo Regionale Marco Orlandi.

Le Rappresentative Provinciali della Figc sono state inserite in un girone a cinque che, oltre ai grossetani, prevede la presenza delle Delegazioni di Massa Carrara, Lucca, Pisa e Livorno con partite di solo andata. Il primo impegno per le Rappresentative Provinciali della Delegazione di Grosseto, presieduta da Agide Rossi e con il selezionatore Pietro Magro è stato a fine gennaio a Carrara dove hanno ottenuto un pari e una sconfitta di misura e mercoledì prossimo ancora in trasferta contro le Rappresentative della Delegazione di Pisa, con le partite che verranno disputate presso il campo sportivo in erba sintetica “Oltrera” di Pontedera in via della Costituzione, 5, con i Giovanissimi 2005 che inizieranno alle 15 e a seguire sarà la volta degli Allievi 2003.

La commissione tecnica della Delegazione ha convocato per le 14 sul suddetto impianto per la Rappresentativa Giovanissimi 2005 i seguenti calciatori: Diego Cappelli, Francesco Conti, Mattia Solari e Diego Tavarnesi (Sauro Rispescia), Stefano Bodron e Federico Fazzi (Giovanile Amiata), Emanuele Alasia (Invicta Calcio Giovani), Davide Vannini (Massa Valpiana), Riccardo Galeazzi (Orbetello), Kevin Pisotta, Leonardo Arrigucci, Hailu Passalacqua e Nicholas Tenci (Grosseto), Jacopo Palazzesi (Paganico), Roberto Sarzilla e Lorenzo Bigliazzi (Albinia), Alessandro Reali (Aurora Pitigliano), Francesco Maruccia (Manciano), Diego Paccagnini e Manuel Rocchi (Virtus Maremma).

Questi invece i convocati della Rappresentativa Allievi 2003 che si dovranno trovare presso il campo sportivo “Oltrera” di Pontedera alle 15: Alessandro Vettori, Andrea Barbini, Andrea Calussi e Simone Antongini (Albinia), Adam Angeli (Argentario), Alex Barbanera, Ciro Curcio e Lameck Porciani (Gavorrano), Fabio Gorelli (Massa Valpiana), Jacopo Terribile (Nuova Grosseto), Mirco Berti (Paganico), Mattia Valente, Giulio Angiolini e Federico Torti, (Grosseto), Padovan Mathieu Salazar, Samuele Rosini, Luca D’Anzi e Niccolò Verrengia (Sauro Rispescia), Jacopo Bognomini e Petrit Ibraimi (Giovanile Amiata).

Tutti i calciatori convocati devono essere muniti della tessera di riconoscimento rilasciata dalla Figc e un documento di riconoscimento non scaduto, oltre alle scarpette da gioco per il campo sintetico.

Fanno parte inoltre delle rappresentative, oltre al selezionatore Pietro Magro, il responsabile delle Rappresentative, il Delegato Provinciale Agide Rossi, l’accompagnatore ufficiale Manrico Lucchetti, il massaggiatore Federico Rossini, i dirigenti Stefano Nunziatini, Enrico Silli e Franco Ferretti.

1 Comment
  1. Klauss 7 mesi ago
    Reply

    Sarebbe interessante capire quale superbo metodo viene utilizzato per valutare e successivamente convocare i diversi atleti che compongono le varie rappresentative della nostra provincia. Nessuno vuole criticare le scelte dal punto di vista puramente tecnico che é giusto rimanga appannaggio dei capacissimi selezionatori ma l’alto numero di soggetti convocati che calcano sistematicamente e cronicamente le panchine delle rispettive compagini provinciali o regionali accumulando un minutaggio totale sul terreno di gioco a dir poco insufficiente se non insignificante fa sorgere più di un ragionevole dubbio. Ripetiamo (il plurale é doveroso dato che chi scrive questo commento si esprime a nome di un gruppo di appassionati sportivi e operatori attivi nel settore calcistico giovanile) che non si mette in discussione la correttezza delle scelte ma il misterioso metodo con cui vengono effettuate: in quali fantomatiche occasioni si ha l’opportunità di valutare atleti che risultano pressocché invisibili durante l’intero arco stagionale? Si tratta forse di analisi sulla fiducia? O forse andrebbero analizzati i cognomi di taluni o le società di appartenenza per verificare una eventuale corrispondenza con allenatori o dirigenti o chissà cos’altro di sorta?

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news