Squadra biancorossa da elogiare in blocco contro il Castelfiorentino

Gorelli a contrasto con un avversario

Groseto. Se Piero CAMILLI dice “il Grosseto vincerà il campionato” c’è da crederci da intenditore di calcio qual è il “vecchio” Comandante. Tutti hanno notato la sua ponderosa e importante presenza, insieme a Nelso RICCI, in tribuna a fianco del patron del Grosseto Mario CERI. Una partita da incorniciare quella del Grosseto contro il Castelfiorentino con l’impiego in coppia dei due attaccanti di valore quali INVERNIZZI e VEGNADUZZO. Due bomber di razza, di qualità e quantità che hanno dato il giusto impulso per fare la differenza in questa partita che si preannunciava molto difficile, dopo i centoventi minuti della gara di Coppa Italia a Cenaia. La fortuna non ha affatto aiutato INVERNIZZI che al 22° ha dovuto abbandonare il terreno di gioco per uno stiramento che speriamo possa essere ridimensionato dopo gli opportuni esami specialistici. Una prestazione molto positiva di tutta la squadra che alla vigilia poteva far preoccupare dopo i tempi supplementari molto tirati di Coppa. Prestazione da incorniciare quella del giovanissimo DE CAROLIS (classe 99) che sembra già un “veterano” anche se arrabbiato per quel gol mancato che poteva dare alla sua perfetta performance un suggello da primo della classe. Una lode particolare per la barriera difensiva guidata dall’ottimo CIOLLI e da MESINOVIC, ma il vero faro del centrocampo, Matteo GORELLI, che illumina e costruisce non sciupando nessun pallone grazie alla sue qualità ed esperienza da vendere, ha condito il tutto. Ora il Grosseto è a ridosso della capolista e la tallona facendole sentire il fiato sul collo e questo fa ben sperare.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news