Csen Grosseto lancia il progetto “Anche io voglio giocare”, la scuola calcio gratuita per i bambini della provincia

Si rinnova l’Importante iniziativa promossa dal comitato provinciale Csen Grosseto. Un’ iniziativa sportiva ma con impronta sociale indirizzata ai bambini residenti nella Provincia. L’iniziativa del comitato Csen grossetano nasce dall’idea del presidente provinciale Alessio Pernazza, che ha voluto aprire le porte dell’impianto sportivo della Cittadella dello Studente per  realizzare una scuola calcio gratuita per i bambini nati tra il 2007 e 2014 compresi.
“Il 20 novembre si celebra la giornata internazionale dei diritti dell’infanzia – spiega il presidente Pernazza -, una giornata importante che anche quest’ anno vorrei festeggiare con tutti i bambini che verranno a frequentare la nostra nuova scuola calcio”. Attività che verrà svolta nell’impianto della Cittadella dello Studente. “I bambini hanno diritto alla vita, ad avere un nome, alla salute, allo studio, al gioco – precisa il presidente provinciale -, appunto al gioco. Credo che questi diritti a volte non sono così garantiti o quantomeno non garantiti per tutti i bambini, questo probabilmente in parte è dovuto anche alla difficile situazione economica che risiede anche in molte famiglie della nostra provincia. Per questo nasce il nostro progetto. Inoltre penso che esista anche il diritto di “non essere un campione. I bambini non devono essere sempre dei campioni, fare sport e competere significa vincere e perdere. Imparare a perdere è importante, è un valore fondamentale che può essere trasmesso e appreso proprio attraverso lo sport”.
La scuola calcio Csen si avvarrà quindi del supporto di genitori e tecnici che daranno gratuitamente una mano allo sviluppo del progetto. L’unica spesa a carico delle famiglie sarà una quota associativa di 30 euro, e il certificato medico di idoneità sportiva. Per informazioni è possibile contattare il presidente Pernazza al 346.8015084.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news