Il Gavorrano non ci sta e vuole regolarità per il futuro del campionato

Nella foto di Elbanews24, Bonuccelli e Vetrini

GAVORRANO. Non va proprio giù la sconfitta di Montecatini al Gavorrano e alla sua dirigenza. Non tanto per i tre punti non conquistati, ma per il modo per cui la battuta di arresto è arrivata, ossia grazie alle decisioni del direttore di gara che hanno avuto dell’incredibile.

E proprio domenica a fine partita il presidente dei minerari, Paolo Balloni, è sbottato in un comunicato pesante che però fa riferimento soprattutto ad una situazione non di una singola gara, ma di più episodi avvenuti nell’arco della stagione e che hanno avvantaggiato il Gubbio.

Nel passaggio <<Se il Gubbio deve vincere il campionato che lo faccia sul campo…>> c’è tutta la frustrazione di una società che sta facendo miracoli sportivi, ma che vede vanificarli per una serie di indubbi errori arbitrali.

Anche i tifosi hanno realizzato un video e postato su You Tube, dove vengono evidenziati una serie di episodi discutibili, ma tutti in favore degli eugubini,

Buona visione…

2 Comments
  1. Marco 4 anni ago
    Reply

    Peccato che in quel video non ci fossero la punizione inesistente a due in area contro il Gubbio in Montemurlo-Gubbio che è costata la sconfitta agli umbri, l’espulsione inesistente per doppio giallo del calciatore Croce del Gubbio in Gavorrano-Gubbio che è costata agli eugubini la sconfitta, i due rigori inesistenti a favore del Gavorrano in Colligiana-Gavorrano e le dichiarazioni del Sig. Stefano Carobbi nel dopo partita Colligiana-Gavorrano sulla sportività dei tesserati del Gavorrano con il tecnico che auspicava un’indagine da parte dell’Ufficio Inchieste. Se si fanno i video bisogna mettere tutti gli episodi, altrimenti si è solo faziosi

  2. Tifosi Gubbio 4 anni ago
    Reply

    Siamo un gruppo di tifosi del Gubbio calcio ed abbiamo appreso con stupore le dichiarazioni del Sig. Paolo Balloni Presidente del Gavorrano rilasciate a Grosseto sport e del Sig. Filippo Vetrini pubblicate sul proprio profilo Facebook che probabilmente per giustificare il non brillante momento vissuto dalla loro squadra tirano in ballo in modo molto pesante la nostra squadra. Cari Signori prima di chiamare in causa l’As Gubbio voi dovreste quantomeno conoscerne la sua storia, la correttezza che da sempre la contraddistingue, forse non essendo molto avvezzi al calcio professionistico vi saranno sfuggiti in questi anni il “caso Farina”, il “caso Semeraro”, episodi che hanno visto il Gubbio sempre in prima fila contro qualsivoglia forma di sotterfugio, scorrettezza o imbroglio. In un’escalation di dichiarazioni fuori luogo avete fatto riferimento ad un Gubbio che dovrebbe vincere il campionato senza questi aiuti (quali?), alla differenza di abitanti tra le due città, al processo per calcio scommesse dell’estate scorsa, al numero di presenze allo stadio, ai pulmini ed altre sciocchezze. No cari Sig. Balloni e Vetrini, questa è dietrologia allo stato puro, la società e soprattutto noi tifosi abbiamo accettato la retrocessione in serie D facendo mea culpa, abbiamo subito un’enorme ingiustizia nel processo sul calcio scommesse dell’estate scorsa ma ne abbiamo accettato le decisioni pur non condividendole. Abbiamo subito proprio nello scontro diretto di Gavorrano un’espulsione di un nostro calciatore a dir poco assurda ma abbiamo rispettato il verdetto del campo che ci ha visto soccombere. Nello sport cari Sig. Balloni e Vetrini bisogna accettare le decisioni del rettangolo verde anche se a volte non si condividono, se si attraversano momenti difficili bisogna guardarsi allo specchio come abbiamo fatto noi tifosi-squadra-società nel girone di andata e non infangare in modo gratuito l’avversario o gli addetti ai lavori, bisogna essere Signori sempre come ha fatto la nostra società che non ha minimamente replicato alle vostre assurde dichiarazioni ma si è giustamente stretta al fianco della vostra città per la scomparsa di Elena Maestrini tragicamente deceduta in quell’incidente in Spagna. E’ del tutto evidente lo stato di nervosismo dei tesserati del Gavorrano calcio, da tifosi non ci permettiamo di entrare in merito alle dichiarazioni del Sig. Carobbi dopo Colligiana-Gavorrano, sarà compito degli organi di giustizia esaminarli, ma non permettiamo a NESSUNO di mettere in dubbio la correttezza della società e la passione con la quale siamo sempre al fianco dei nostri colori. A volte cari Sig. Balloni e Vetrini le partite si vincono o si perdono non tanto perchè c’è qualcuno che si adopera affinchè vinca Tizio o Caio ma soltanto perchè l’avversario è più forte, è la legge dello sport, una legge che voi faticate a metabolizzare. Da sportivi ci auguriamo che vinca il migliore, sarà il campo come sempre a deciderlo e non le supposizioni, le lettere inviate alla Lega Dilettanti o gli insulti.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news