Stadio Zecchini chiuso e poi riaperto, ecco il perchè

GROSSETO – “Mancano le minime condizioni di sicurezza per aprire lo stadio Zecchini”. Parole dei collaboratori e dipendenti del Grosseto Fc, ai quali abbiamo chiesto il perché di una settimana di cancelli chiusi e poi l’apertura questo giovedì.

La risposta sta tutta nei certificati di sicurezza che lo stadio deve rispettare . Manca ad esempio l’assicurazione, una carenza a cui basterebbe poco per porre rimedio ma che fino adesso la dirigenza ha ignorato. Ci sono anche altri elementi fuori ordine ma ci assicurano i collaboratori che sarebbero facilmente risolvibili con una spesa minima. “Senza tali garanzie domenica non si gioca”.

Dunque l’impedimento principale per la disputa della gara fra Grosseto e Gavorrano è quello della sicurezza, ma allora perché la squadra quest’oggi si è allenata, seppur al Palazzoli (e non allo Zecchini)? “Abbiamo risposto ad una precisa richiesta di entrambe le parti che ci hanno chiesto di far svolgere gli allenamenti e noi abbiamo acconsentito per il bene dei giocatori e per non ostacolare possibili sviluppi”.

Per sviluppi si intende chiaramente la possibilità che la società Area acquisisca da Pincione il Grosseto Fc. Su tale trattativa i collaboratori dichiarano di non avere notizie ma per il futuro si aspettano di essere ascoltati: “Abbiamo richiesto garanzie affinché fosse possibile portare a termine questo campionato, possiamo soprassedere sui nostri emolumenti, sabato scorso in un’ora è stata organizzata la trasferta ma senza le necessarie garanzie allo Zecchini non si gioca ne questa domenica ne le prossime”.

2 Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW