Il punto dopo la 17° giornata in Prima Categoria

Nella foto il Castell'Azzara

SAN QUIRICO E AURORA A BRACCETTO, IL GRACCIANO SI AGGIUNGE ALLA LOTTA

Dopo 17 turni di campionato San Quirico e Aurora Pitigliano si ritrovano fianco a fianco a quota 36 punti. I gialloblù ottengono il pari in rimonta a Montalcino grazie al solito Paoloni, mentre il San Quirico fa suo lo scontro diretto con l’Argentario con l’acuto di Inciocchi, entrato dalla panchina: uno che di promozioni se ne intende, vista la militanza nella Chiantigiana lo scorso anno. Il Gracciano approfitta così del calendario per scalzare proprio i santostefanesi dal terzo posto: nel 3 a 0 contro il Paganico non poteva mancare la firma di Nencini, giunto al quindicesimo sigillo in campionato: e se fosse il team di Scarpellini l’outsider per il titolo?

MONTEROTONDO, PRIMO POSTO IN SOLITARIA Intanto nel girone D, l’unica rappresentate della nostra provincia sta proseguendo nel proprio cammino da favola: il Monterotondo, con l’1 a 0 sulla Sanromanese Valdarno, quarta forza del girone, e i contemporanei pareggi di Castiglioncello e Colli Marittimi, ritrova il primo posto in solitaria. I rossoverdi hanno sopperito al meglio alle diverse assenze pe squalifica con Athos Ferretti che, con puntualità, ha messo a segno un altro gol pesante. Le due antagoniste del team di Ballerini sono comunque agguerrite e molto forti, ma questo Monterotondo ha proprio tutte le carte in regola per sognare e far sognare.

NEANIA E CASTIGLIONESE, PERIODO NO Tra le note dolenti del girone F di Prima Categoria non si può non citare Casteldelpiano e Castiglionese, due squadre che, seppur su fronti diversi, stanno davvero facendo fatica nell’ultimo periodo. La Neania incassa il secondo 0-3 consecutivo, scivolando fuori dalle prime cinque della classifica: la squadra è unita, come dimostrato dalla volontà di riavere alla guida mister Corti, dimissionario dopo il ko di una settimana fa, ma qualcosa si è inceppato nei meccanismi di una squadra che a inizio stagione girava a mille. I rossoblù, dopo aver fatto vedere buone cose con l’avvento di Travison, sono ripiombati in piena zona retrocessione: la sconfitta casalinga contro il Ponte d’Arbia è particolarmente dolorosa, visto che si trattava di uno scontro diretto da non fallire assolutamente.

IL QUINTO POSTO VARRA’ I PLAYOFF? La marcia interrotta della Neania, il cammino a scartamento ridotto del Quercegrossa, il cammino regolare del Castell’Azzara e le fiammata improvvise di Mazzola Valdarbia e Montalcino hanno messo in discussione la validità del quinto posto in un’ottica di postseason: al momento, infatti, sarebbe solo una la semifinale playoff, con la perdente dello spareggio tra le prime che sarebe direttamente in finale. Congetture e pensieri che possono stravolgersi visto che mancano 13 gare, ma il trend del campionato ha per ora dato questo tipo di segnali.

3 Comments
  1. neania 3 anni ago
    Reply

    cambiare tutto per non retrocedere e con il portiere ciolo niente goal,tanti pianti e poi………………. pensate a giocare.

  2. Forza Amiata 3 anni ago
    Reply

    Almeno la prossima partita ci organizziamo dammi il numero Zanzara per cortesia e rispondi qui per cortesia sennò non ti rintraccio mai
    Come mai perdiamo così spiegamelo per cortesia grazie

  3. Forza Amiata 3 anni ago
    Reply

    ????????

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news