Connect with us

Grosseto Calcio

Fc Grosseto, sequestrate le lavatrici. Mirri: “Soddisfatto, ma la città non merita questo scempio”

Published

on

Grosseto Come preannunciato, questa mattina l’avvocato Niccolò Antichi, legale di Rodolfo Mirri, si è presentato in compagnia dell’ufficiale giudiziario per procedere al sequestro dei beni mobili di proprietà dell’Fc Grosseto. Sono state sequestrate le lavatrici  presenti nel locale caldaia (mentre l’asciugatrice no, perché sembra sia del Comune), ma sono state lasciate sul posto e Gorelli, dirigente biancorosso, è stato nominato custode dei predetti beni. Subito dopo l’azione legale, abbiamo contattato Rodolfo Mirri, che al telefono ci ha dichiarato quanto segue:

Rodolfo Mirri

<<Buongiorno. Come mi sento? Beh, soddisfatto per aver ottenuto giustizia. Evidentemente, io avevo ragione e l’Fc Grosseto torto. Allo stesso tempo, però, credo che il club biancorosso avrebbe potuto evitare una figuraccia del genere. Tuttavia, non posso dirmi felice, perché nel progetto Grosseto ho creduto fin da subito, dando anima e cuore. La bella città di Grosseto e i suoi splendidi abitanti non meritano questo scempio. Sono stato costretto a far valere i miei diritti negati a causa della proprietà che non ha voluto accettare compromessi. Il sequestro delle lavatrici è stata un’azione obbligata, nel senso che tali oggetti sono stati gli unici beni mobili trovati appartenenti all’Fc Grosseto. In ogni caso, il mio legale ha già provveduto a chiedere alla Figc il sequestro cautelativo dei cartellini dei giocatori di proprietà del sodalizio grossetano. Per adesso si chiude una fase che mi riguarda, ma se ne aprirà un’altra, sempre a titolo personale, nei confronti di Max Pincione>>.

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Conduce la trasmissione web Il lunedì del Grifone ed è il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv.

Advertisement
16 Comments
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

16 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Credo che le parole di Mirri siano sacrosante.
Di fronte all’evidenza dei fatti, la Società procederà con un ulteriore comunicato?
Io piuttosto mi preoccupererei di dove far lavare i panni, gratis ovviamente……

Ma per piacere ! Già c’è uno che ci piglia per……., ora ci si mette anche Mirri, difenda i suoi diritti ma lasci stare la Città e i tifosi

………..e perché ? Il Sig Mirri ha rivendicato “il suo” e legittimamente gli è stato dato ,se leggi bene tutti gli articoli parlano di pochissimi beni “attaccabili” per i creditori ,si parla addirittura di mettere mano ai cartellini di proprieta’ dell’ FC in quanto non ci sono altri mezzi per recuperare i crediti , poi non si parla di lavatrici da 5kg da 199 euro ma di lavatrici industriali del valore di 10.000 euro quindi se li avanzava ha fatto bene!

E poi anche Mirri aveva diritto a passare un Natale come si deve. E poiche’ Babbo Natale e’ evidente che, sapendo con chi ha a che fare, lo va a visitare a casa da un pezzo portandogli solo carbone nero e polveroso, ci ha pensato lui stesso a procurarsi dei macchinari sbiancanti e dilavanti con l’aiuto del Tribunale di Grosseto.

Mi sembra di aver detto che fa bene a difendere i suoi diritti ma lasci stare il resto

Allora chi lava i completi ora ?

perché ci sono ancora i completi?

Avrei una domanda: i cartellini che Mirri vorrebbe far sequestrare in via cautelativa dalla FIGC riguardano solo i giocatori della prima squadra o anche la Juniores e il settore giovanile?
Ringrazio tutti coloro che mi possono dare una risposta.

Tutti coloro che hanno compiuto 16 anni e non hanno il famoso108 in mano

Ognuno si porta a casa il completo e se lo lava, stirato lo porta la domenica per la partita successiva. Pincione ha trovato il modo di risparmiare, niente più sapone da comprare, senza contare il risparmio in bollette d’acqua, energia elettrica, ecc.

Chi lava i completi? Forse non avete capito con chi avete a che fare. Completi nuovi ogni settimana! ah se mai!!!

Ma Mirri che fa, prende in giro? Perché, vuole farci credere che lui ed i suoi 2 amichetti di Grosseto non sapevano chi fosse Pincione? Ma ci faccia il piacere!! Sparisca anche lei da Grosseto, come spero sparisca definitivamente, prima possibile, quella farsa di presidente che lei, caro Mirri, ha contribuito a portare a Grosseto. Meglio Giogio di Pincione

Concordo! GIOGIO PRESIDENTE!!!!

Caro Massi, a noi grossetani d'”eta'” e che abbiamo conosciuto il simpatico e umanissimo nostro storico concittadino “Giogio” residente tra le Mura del Cassero verrebbe voglia di darti ragione ma poi riflettiamo e diciamo: non esageriamo! Siamo noi Grossetani che dobbiamo ancora crescere e aumentare e di molti la nostra “grossetanita'” se per salvarci dal baratro la scorsa estate siamo dovuti ricorrere alle “prestazioni” di soggetti esterni e sconosciuti provenienti da lontano e che su di noi e la nostra terra avevano fatto dei conti e poi hanno ci trovato dei “contadini”. Personaggi che comunque ringraziamo per quel minimo che ci hanno potuto dare nella speranza che il prossimo futuro ci riserbi orizzonti migliori. Buon Natale a tutti!

Concordo con te Attilio non bisogna dimenticare che chi c’era prima nonostante i brillanti risultati ha chiuso bottega e ci ha abbandonato al nostro destino. Ora dopo 1 anno e mezzo tutti si sono resi conto con chi abbiamo a che fare, speriamo quindi di chiudere la stagione nel migliore modo possibile e ripartire nella prossima con gente seria e programmi definiti. Buone Feste a tutti.

Salve a tutti, vorrei farvi chiarezza su un particolare della vicenda. Al di là delle ragioni di Mirri, la società ha ricevuto il pignoramento dei beni. Tale pignoramento è dato in custodia a Gorelli. Se i beni pignorati non sono stati sigillati, l’Fc Grosseto ne può fare uso tale e quale adesso, con la sola aggravante che se si danneggiano sono spese che aumentano il
debito della FC Grosseto. Mirri si ritiene soddisfatto, ma per cosa? Non ha ricevuto ricevuto denaro, ma solo garanzie teanite, solo un blocco dei beni che nessun altro potrà comprare e che un giudice prima di metterli in vendita deve far trascorrere un iter lungo mesi su mesi, con il bando di un’asta o forse due.
Per quanto riguarda i cartellini, sono tutti con il 108, tranne qualche ragazzo delle giovanili, il cui valore non arriva alle centinaia di euro. Ma secondo voi, se a giugno questa dirigenza sparisce o non si iscrive, i giocatori sono del Grosseto? Per norme sono svincolati e tutti liberi e nessun pignoramento dei cartellini avrebbe valore in ambito sportivo. In conclusione per dire due cose: che Mirri vince sulla carta, ma non in campo e che, a mio giudizio, si evidenzia che valori in società non ci sono. Senza valori, poche gioie e molti dolori…

 

 

“”>




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

16
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x