Invicta-Amministrazione comunale si fa sempre più rovente la polemica

GROSSETO. Si fa sempre più rovente e calda la polemica tra l’Invicta VolleyBall e l’amministrazione comunale che vede come principale protagonista il vice sindaco Paolo Borghi. In molti è evidente che ci vogliono soffiare sopra sul fuoco, ma i fatti sono molto semplici da spiegare.

L’Invicta quest’anno di propria iniziativa ha deciso di giocare le proprie partite interne cul campo di Riotorto, in quanto l’affitto che deve pagare per il Palazzetto dello Sport viene ritenuto troppo esoso per le casse della società.
Ma da chi è gestito l’impianto? Da un’altra società, il Vas, che come dichiarato dallo stesso Borghi ha vinto la gara di assegnazione  e ottenuto la proroga come del resto accaduto a tutte le altre società, tenendo l’impianto in maniera ineccepibile. E fin qui niente di male, ma da qui invece parte l’accusa della dirigenza dell’Invicta.

Chi è il presidente del Vas? Riccardo Tinacci, consigliere del Comune di Grosseto. E da qui nascono tutte le polemiche, anche se il vice sindaco Borghi tiene a precisare che durante le assegnazioni non ricopriva la carica di presidente.
L’assessore allo sport va poi all’attacco: “E poi qualcuno che oggi tanto protesta, aveva gestito fino al 2010 lo stesso impianto insieme ad una società che si occupava di ciclismo, per altro non lasciandolo affatto in buone condizioni. Se poi quel qualcuno non ha voluto esplicitamente partecipare alla corretta procedura di assegnazione non è certo dipeso da questa amministrazione”.

La querelle si sposta quindi anche su Facebook con precise accuse, ma con la problematica che rimane. L’Invicta Volleyball giocherà così in trasferta a Riotorto, ma sinceramente crediamo che una soluzione si poteva e di doveva trovare.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news