Calcio Coppa FantaPassalacqua Coppa Passalacqua Nuova Grosseto Rubriche Settore Giovanile

Coppa Bruno Passalacqua, le pagelle di Porto Ercole – Nuova Grosseto: nei rossoblù brilano tutti; nei gialloverdi si salvano in pochi

Porto Ercole: 

Causa 5: prende 7 reti, ma in almeno 3 non è perfetto. Non dà sicurezze.
Fois 5,5: prova a reggere l’urto ma spesso è troppo solo e abbandonato a se stesso. 
Ottali 5: prima da terzino e poi da centrale non dà garanzie. Spesso infilato non argina come dovrebbe le manovre offensive avversarie.
Scotto 5: anche il capitano va fondo con la propria barca. In difficoltà per tutta la gara al cospetto del tridente offensivo rossoblù.
Yakovyshyn 6: quello che almeno ci prova, mette a terra palloni rendendoli giocabili. Bravo in fase di interdizione, ma da solo può far poco…
Giacomo Nieto 5: evanescente nel mezzo al campo. Molto spesso passeggia non aiutando i suoi. 
Battistini 6: è quello con più qualità, prova a giocare da solo contro tutta la retroguardia (e non solo) della Nuova Grosseto. Trova il gol della bandiera ma forse messo in un contesto più adatto renderebbe ancora di più..
Emiliano Nieto 5: impalpabile. Anche lui al piccolo trotto, non aiuta la causa come ci si aspetterebbe. E se a centrocampo non si corre per gli altri la vita è facile. 
Buemi 4,5: solo un tiro ad impegnare Temperani. Nieto più in 45 minuti. Spesso incespica da solo sulla sfera. Male. (dal 1’st Romano 5,5: almeno prova a combattere sui palloni, poi anche lui finisce col combinare poco ma l’impegno ce lo mette)
Antongini 4,5: infilato da tutte le parti, si vede sfrecciare via le maglie rosse da ogni direzione. Non ci capisce nulla e nel primo tempo la Nuova archivia già la pratica. (dal 1’st Bianciardi 5,5: prima terzino e poi ala, sfiora il gol ma sulla sinistra non riesce a tappare i buchi come ci si aspettava)
Alberti 5,5: assieme a Battistini prova a creare qualcosa davanti sulla sinistra. 2002, promette bene. (dal 34’st Costantini: Sv)

Allenatore Russo 4,5: difficile trovare scusanti. La squadra prende 7 gol e non dà mai l’impressione di essere in partita. Ora per passare serve un miracolo all’ultima gara. Molto, molto improbabile. 

Nuova Grosseto: 

Temperani 6,5: viene chiamato in causa in un paio di circostanze dove si fa trovare pronto. Non può nulla sul gol.
Baldanzi 7: continua corsa sulla destra, sembra avere un motorino nelle gambe. Chiude a sinistra dimostrando qualche difficoltà con il piede debole, ma il suo apporto alla manovra offensiva è costante e puntuale. 
Amorfini 6: schierato a sinistra fa il compitino senza strafare. Diligente, chiude bene tutti gli spazi senza però proporsi troppo in avanti.
Pallucca 6,5: calamita su di sé un’infinità di palloni distribuendoli poi intelligentemente ai compagni. Sempre al posto giusto al momento giusto. (dal 18’st Bartaletti 6,5: entra bene in partita, deciso e mai insicuro. Solo la traversa gli nega il gol con un tiro splendido dai 25 metri di sinistro)
Magini 6: appare più in difficoltà di Ferraro quando Battistini lo punta, se la cava spesso anche con le brutte.(dal 30’st Demi 6: si piazza a destra a risultato ampiamente acquisito. Normale amministrazione)
Ferraro 6,5: è lui il leader difensivo dei rossoblù. Forte fisicamente e sempre concentrato, anche quando la gara è sul punteggio di 6-1 in favore dei suoi.
Angelino 7,5: scatenato. Apre e chiude le danze con due gol simili. Fa tremare la porta di causa con una bordata di destro dal limite. Insomma, gol, assist e tanta, tantissima corsa. Giocatore completo.
Biancalani 6: si limita a tenere bene la posizione a centrocampo non lasciando mai agli avversari la possibilità di ripartire.
Maiorano 7: anche lui mattatore. Fa il diavolo a 4 davanti, giocatore fisico ma anche dotato di una buona accelerazione. In gol nel primo tempo, rinuncia alla doppietta servendo Mangiaracina dopo un ottimo attacco alla profondità da vero attaccante. Generoso ma al tempo stesso letale. (dal 22’st Aprilini 6,5: subito pimpante, ben imbeccato in profondità da Ferrari trova il gol con un preciso rasoterra. Arma in più a disposizione dei rossoblù)
Mangiaracina 8: signori, che partita e che giocatore. Dal primo minuto si vede che potrebbe essere la sua serata e non delude. Da trequartista svaria molto fra le linee facendosi trovare sempre smarcato. La fuga palla al piede in occasione del suo primo gol è da applausi, il secondo gol è più semplice ma dimostra come segua bene ogni azione di gioco. Tanti i palloni toccati, tanti gli spunti in avanti. Ma non solo, tanti anche i ripiegamenti in difesa. Insomma, numero 10 vero con un pizzico di generosità e sacrificio. (dal 30’st Martini 6,5: entra a 15 minuti dal termine e trova addirittura il gol sfiorando la doppietta. Ha voglia di mettersi in mostra e si vede)
Bojinov 7: gli manca solo il gol perché anche lui gioca una partita di spessore. Lo si trova a destra, a sinistra, al centro, in difesa, insomma, ovunque. Dimostra di avere una qualità superiore destreggiandosi bene anche nello stretto. Pedina fondamentale anche lui. (dal 10’st Ferrari 7: non sfigura rispetto a Bojinov, anzi, tutt’altro. Splendido il doppio sombrero con cui poi smarca Aprilini. Si fa sempre trovare smarcato per giocare i palloni. Ottimo ingresso)

Allenatore Leone 8: la sua squadra approccia benissimo la partita. Non ha cali di tensione se non sul gol di Battistini ma per tutti 90 minuti tiene alta la concentrazione dei suoi. Con quei 3 (4 con Angelino) là davanti, il proseguo nella competizione non è utopia. Applausi.

Roberto Balestracci

Per GrossetoSport segue la categoria Juniores Provinciali

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.