Grosseto-Prato: i numeri dicono che…

Grosseto-Prato 1 a 3. Il pratese De Agostini (col numero 3) esulta dopo aver realizzato il rigore dell'1 a 2 - 27 aprile 2014. Lega Pro Prima Divisione girone B

Grosseto. Sappiamo già che Grosseto-Prato sarà un match fondamentale per entrambe le formazioni, che si stanno giocando la salvezza diretta o quella attraverso i play-out. Nessuno vorrà perdere ed entrambe le squadre proveranno a vincere, salvo, magari, doversi accontentare di un pari se il campo dirà questo. In ogni caso, l’ennesimo derby toscano stagionale non potrà essere una partita come le altre, proprio per l’importanza della posta in palio. I lanieri sono in gran forma, perché non perdono da ben 6 turni nel corso dei quali hanno ottenuto 10 punti, frutto di 2 vittorie e 4 pareggi. In questo campionato, però, non hanno mai vinto in trasferta e, ironia della sorte, l’ultimo successo esterno l’hanno ottenuto proprio a Grosseto, lo scorso anno (1 a 3, 27 aprile 2014). In ogni caso, gli azzurri verranno in Maremma privi di 4 squalificati: Fanucchi, Dametto, Rinaldi e Cavagna. Soprattutto il primo, trequartista offensivo dal gol facile (9 centri e 2 assist), è un bel pezzo che verrà a mancare a Esposito, ex-mister unionista che farà di tutto per dare un dispiacere a Camilli. Il Grifone, al contrario, nel girone di ritorno ha ottenuto soltanto 14 punti, ma 7 di questi sono arrivati con Silva negli ultimi 6 turni. Ricordiamo che sotto il mister attuale, i biancorossi hanno vinto 1 solo incontro (il primo e l’unico allo Zecchini sotto le due gestioni Silva), ne hanno pareggiati 4 (beffardi quelli contro la Lucchese e l’Ascoli) e hanno perduto malamente a Santarcangelo. Insomma, un derby da tripla, dove la differenza la faranno le motivazioni.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news