Le interviste di Grosseto-Pisa. Camilli: “Dobbiamo entrare nei play-off di rincorsa”

Nella foto Piero Camilli

Camilli protagonista assoluto in sala stampa nel dopo partita di Grosseto-Pisa. Ai microfoni, poi, anche le dichiarazioni dei mister Acori e Cozza e quelle di Pagano, esterno offensivo del Grifone.

Piero Camilli (patron unionista): <<Finalmente un’ottima partita, direi la migliore stagionale. Come sapete ero venuto in altre occasioni, ma non avevamo mai vinto. Questa squadra ha dei valori e vale almeno il quinto posto in classifica. Non guardate i punti che abbiamo, parlo di valori. Qui ci sono giovani che stanno emergendo, come Ricci e Biraschi. Abbiamo un tandem d’attacco, quello composto da Ferretti e Marotta, che è davvero un lusso per la categoria. Adesso, però, dobbiamo entrare nei play-off di rincorsa. È vero che abbiamo cambiato obiettivo in corsa, ma adesso l’obiettivo è quello dei play-off. Sapete tutti che scendere dalla B non è mai facile e comporta quasi sempre dei fallimenti societari, ma qui non è avvenuto. Mi sono disfatto prima dei contratti pesanti e di tante situazioni che necessitavano di molto tempo per essere risolte. Ho dovuto digerire la retrocessione avvenuta per i motivi che sapete, ma poi ho costruito questa squadra in corsa con l’idea di provarci. D’altronde mancano solo cinque partite e dovremo essere bravi a centrare l’ingresso nei play-off. Certo, i play-off non li ho mai vinti (e snocciola le occasioni perdute, ndr)…>>.

Leonardo Acori (allenatore del Grosseto): <<Oggi la squadra mi è proprio piaciuta e ha fatto ulteriori passi in avanti. Lo avevo già detto anche dopo l’immeritata sconfitta di Catanzaro che si cominciavano a vedere dei miglioramenti. Dite che si vede la mano di Acori dal punto di vista del gioco? Beh, mi fa piacere. Comunque, faccio i complimenti ai ragazzi per la prestazione offerta. Siamo stati aggressivi giocando con le giuste distanze in campo. Il Pisa, gol a parte, ha fatto poco per impensierirci e avremmo potuto segnare anche di più. Ora, però, non dobbiamo abbassare la guardia se vogliamo cullare il sogno dei play-off. Non possiamo fermarci qui. Dovremo andare a vincere a Pagani, dove sarà difficilissimo fare i tre punti, ma non abbiamo altra scelta>>.

Biagio Pagano (giocatore del Grosseto): <<Che dire, la partita l’avevamo preparata proprio come l’abbiamo giocata stasera. È andato tutto per il verso giusto. Per quello che mi riguarda, sono contento di quello che sto facendo, perché dopo sette mesi di assenza, mi ci voleva del tempo per ritrovare il ritmo partita. Comunque, la strada è giusta. Non dobbiamo guardare torppo al futuro. Dobbiamo solo dare continuità ai risultati, partita dopo partita. Le vittorie, in questo senso, aiutano a fare meglio>>.

Francesco Cozza (allenatore del Pisa): <<Quello di stasera è stato il peggior Pisa della stagione. La squadra non mi è piaciuta, anche se devo dire che le assenze si sono fatte sentire. Quest’ultime, però, non vogliono né devono diventare un’attenuante. Non abbiamo mostrato un buon segnale, ma questo può accadere quando hai tanti ragazzi giovani in squadra. Può succedere che una volta fai una partita da 10 e quella dopo la giochi da 5. Ora, però, non possiamo più sbagliare>>.

4 Comments
  1. fede80 6 anni ago
    Reply

    “Mi sono disfatto prima dei contratti pesanti e di tante situazioni che necessitavano di molto tempo per essere risolte” …. secondo voi a chi e a cosa si riferisce?

    • Fabio Lombardi 6 anni ago
      Reply

      Sicuramente dei contratti pesanti il riferimento chiaro credo fosse per Gennario Delvecchio.
      Per il resto Camilli in settimana, anche ad una trasmissione televisiva pisana cui ero ospite, ha ribadito il fatto che adesso è il momento di costruire. Non mi sembrava affatto intenzionato a lasciare il tutto, anzi. Ha fatto capire come dopo una retrocessione si corra il rischio di fallire e quindi lui prima ha pensato a salvaguardare la società, adesso che i conti sono sotto controllo, può nuovamente ricostruire.

    • Yuri Galgani 6 anni ago
      Reply

      La situazione di Gennaro Delvecchio era una di quelle che, per l’entità del contratto dell’ex-capitano biancorosso, richiedevano tempo e pazienza per essere risolte, ma non era la sola. Non a caso Camilli ha parlato di situazioni proprio al plurale.

  2. argentario82 6 anni ago
    Reply

    Molto molto bene acori e i ragazzi. Il comandante dice bene, solo frosinone e perugia sono piu continui, noi siamo vicini a salerno e lecce, in panca ieri avevamo 3 vincitori di C. Arriviamo ottavi e poi .,,

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW