Il punto dopo la giornata inaugurale di Prima Categoria

Falciani Caldana Nella foto Fabio Falciani, qui in maglia Roselle.

DOMINA L’X FACTOR Il primo dato statistico che balza all’occhio dopo la gara inaugurale di Prima Categoria sono i quattro pareggi, di cui ben tre per 0 a 0, che hanno contraddistinto questa domenica. L’unico pareggio con gol è stato lo scoppiettante Foteblanda-Quercegrossa, terminato sul 2 a 2 ma con tante altre occasioni all’interno della partita, tra pali e salvataggi sulla linea da parte dei difensori. Ottimo il punto della Neania a Alberese, con gran parte della gara passata in inferiorità numerica (per una ventina di minuti anche doppia), mentre la Castiglionese si affida a Saletti per strappare il pari contro un Montalcino che ha dimostrato di aver assorbito il ko di coppa. Il Castell’Azzara dimostra di poter contare su una discreta solidità difensiva (ancora nessun gol subito in gare ufficiali) tornando indenne dalla lunghissima trasferta di Barberino.

SAN QUIRICO E ARGENTARIO, PARTENZA BRUCIANTE Tra le “veterane” del campionato due squadre sono partite con il botto: si tratta di San Quirico e Argentario. I giallorossi infliggono un pesante poker allo Staggia, con il giovane bomber D’Aniello già in evidenza con una doppietta, in poco più di un tempo e si candidano a un ruolo da top five come minimo in campionato; l’Argentario, invece, risolve con un tris la pratica Caldana continuando l’ottima striscia di risultati sotto la gestione Picchianti: per le tante assenze che contraddistinguono i biancoazzurri in questo periodo, non era abituale vederli partire con tre punti conquistati, segno appunto dell’ormai forte legame tra tecnico e squadra. Per il Caldana, invece, c’è molto da lavorare, soprattutto sul reparto offensivo ancora a secco di gol dopo tre gare ufficiali.

LE DUE NEOPROMOSSE SENESI FANNO SUBITO SUL SERIO Chiantigiana e Valentino Mazzola, dopo due campagne acquisti da top club, erano additate a inizio stagione come possibili pretendenti alla vittoria finale: la stagione è lunga, ma, comunque, entrambe hanno già inviato un bel segnale alla concorrenza. LaChiantigiana ha sbancato per 0 a 3 Ponte d’Arbia, mettendo in evidenza tutto il proprio potenziale offensivo, mentre la doppietta di Chiantini ha permesso al Mazzola di superare 2 a 1 la resistenza del Valdarbia. Due squadre di assoluto valore che promettono di dare battaglia.

PARTE MALE IL CAMPIONATO DEL MONTEROTONDO Nel girone D, brutte notizie dalla prima gara del Monterotondo, battuto per 2 a 0 in trasferta dal Fratres Perignano. Un ko figlio del gol iniziale dei pisani arrivato al 7′, a cui i ragazzi di Cavaglioni non sono riusciti a porre rimedio. L’obiettivo è scrollarsi subito di dosso le scorie di questa gara, già a partire da mercoledì doe i rossoverdi si giocano la qualificazione al prossimo turno di Coppa Toscana.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW