Morero con un eurogol regala il pari al Grifone nel derby con la Pistoiese: 1 a 1

Morero esulta dopo il gol del pareggio contro la Pistoiese

GROSSETO (3-5-2): Mangiapelo; Elez, Morero, Burzigotti; Formiconi, Onescu, Massimo (55’, Masia), Finazzi, Boron; Pichlmann (cap.) (64’, Giovio), Torromino A disposizione Berardi, Mariotti, Varricchio, Verna, Gambino Allenatore Massimo Silva

PISTOIESE (4-3–3): Pazzagli; Pasini, Piana, Di Bari (cap.), Falasco (70’, Frascatore); Calvano, Ciciretti, Saric; Falzerano, Coulibaly (56’, Tripoli), Piscitella (64’, Romeo) A disposizione Olczak, Golubovic, Mungo, Vassallo Allenatore Cristiano Lucarelli

Direttore di gara: Paride De Angeli di Abbiategrasso

Assistenti: Flavio Zancanaro di Treviso – Nicola Badoer di Castelfranco Veneto

Reti: 47’ Di Bari (Pt), 73’ Morero

Ammoniti: 39’ Massimo, 58’ Formiconi, 68’ Morero, 90’+1’ Falzerano (Pt)

Espulsi:

Corner: 6 a 1 (p.t. 3 a 1).

Recupero: 1′ nel primo tempo e 3′ nel secondo.

Note: Grosseto in maglia rossa, con banda trasversale bianca. Ospiti in maglia bianca con bordi blu. Spettatori 991 (abbonati 465, paganti 526). Incasso totale: € 8.316,54 (quota abbonati € 3.392,54, quota paganti € 4.924,00). Presenti circa 20 tifosi pistoiesi in Curva Sud. Pomeriggio molto caldo. Campo asciutto e in buone condizioni.

Grosseto. Altro derby, altro pareggio. Il Grosseto fa un piccolissimo passo in classifica, ma ai punti avrebbe meritato ampiamente la vittoria rispetto alla Pistoiese. I biancorossi, infatti, nonostante un atteggiamento fin troppo prudente, scossi dal gol ospite ad inizio ripresa, si sono svegliati e hanno trovato il giusto pari grazie alla bella rovesciata di Morero, sempre più leader difensivo. Va detto che qui il tempo sta passando, ma i famosi progressi promessi ancora non arrivano. Gli unionisti continuano a palesare grossi limiti nella finalizzazione delle azioni e Pichlmann continua a girare a vuoto. Positivo, in tal senso, l’impatto sulla gara di Masia, che con la sua freschezza ha fatto salire il baricentro della squadra. Ottimo, poi, come sempre, Torromino. Ora, sotto con il Forlì, ancora allo Zecchini, alla ricerca dei tre punti perduti.

Derby equilibrato A Grosseto torna il derby con la Pistoiese, un match assente dal campionato di Serie C1 2006-07. In tutti questi anni, i percorsi dei due club sono stati assai differenti, col Grifone che ha sfiorato la Serie A, mentre gli arancioni hanno conosciuto momenti molto difficili tra i dilettanti. I due mister si sono studiati bene e hanno tutti i giocatori a disposizione. Silva ha mantenuto quanto fatto intendere in conferenza stampa, mentre Lucarelli ha rivoluzionato la squadra. Biancorossi col 3-5-2, ospiti schierati col 4-3-3. Le prime azioni della partita sono di marca pistoiese, con due incursioni rispettivamente dalle fasce destra e sinistra che creano un po’ di apprensione alla retroguardia grossetana. Tuttavia, in entrambi i casi Mangiapelo, attento, para con sicurezza. Successivamente è la volta del Grifone, che conclude di testa con Pichlmann, poi con Massimo da fuori area e, infine, al 24’, con Torromino su punizione. Purtroppo, come da copione, il Grosseto fa un discreto possesso palla, ma commette moltissimi errori in fase di attacco, con pallone inservibili per Pichlmann e per il furetto Torromino, costretto a retrocedere per poter incidere. Alla mezz’ora, però, brivido per Pazzagli, che si salva di piedi sul tiro al volo di Onescu. Un minuto più tardi, invece, è Mangiapelo che deve salvare la porta sul colpo di testa di Calvano. Il Grifone, poi, ha una buona opportunità sul cross di Torromino per Onescu, ma il romeno, in scivolata, non riesce a incocciare la sfera.

Morero regala il pari L’equilibrio del match si interrompe ad inizio ripresa, quando, su una punizione dalla trequarti sinistra, il pallone arriva in area maremmana, dove il capitano della Pistoiese, Di Bari, svetta su tutti e trova il gol del vantaggio ammutolendo lo Zecchini. Per il Grifone è una bella doccia fredda che complica ulteriormente le già citate difficoltà di manovra. Rispetto alle ultime partite, l’approccio degli unionisti è meno forte e convinto e, col vantaggio ottenuto, la Pistoiese può badare solo a difendersi. Lucarelli, però, effettua cambi intelligenti, togliendo punte e inserendone altre, per fare eventuali ripartenze. Infatti, il Grosseto con gli ingressi di Masia e Giovio è ormai a trazione anteriore e si sbilancia con sempre più frequenza. Resta il fatto che i biancorossi non riescono più a pungere e i minuti passano tra errori e falli tattici. Magicamente, però, in una delle rare azioni offensive efficaci, il Grifone pareggia con la fantastica rovesciata di Morero su cross dal fondo di Torromino. Ora gli stati d’animo si sono invertiti, con i padroni di casa, spinti dal pubblico, alla ricerca del raddoppio e i pistoiesi preoccupati di venire beffati. Gli ultimi dieci minuti, poi, sono tutti di marca biancorossa, ma non sortiscono l’effetto sperato.

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

4’ Incursione di Piscitella dalla fascia sinistra. Il suo tiro-cross rasoterra finisce tra le braccia di Mangiapelo.
7’ Altra azione pistoiese, questa volta dalla fascia destra. Protagonista l’ex-biancorosso Falzerano, che tira da posizione decentrata, ma Mangiapelo blocca in presa bassa.
11’ Pennellata di Finazzi per il colpo di testa di Pichlmann. Pallone di poco sul fondo.
13’ Massimo riceve palla sulla trequarti ospite, controlla e tira. Pazzagli si inginocchia e para.
24’ Punizione rasoterra al limite dell’area ospite calciata da Torromino. Palla sul fondo.
30’ Sugli sviluppi di un corner, conclusione al volo di Onescu. Pazzagli si salva di piede.
31’ Colpo di testa insidioso di Calvano con pronta risposta di Mangiapelo, che allontana la palla tuffandosi verso il primo palo.
37’ Tiro di Saric da fuori area. Mangiapelo para in due tempi.
37’ Sventola di Torromino da circa 25 metri. Pazzagli, in evidente difficoltà, respinge corto, ma non c’è nessun biancorosso pronto a ribadire in rete.
38’ Bel Cross tagliato di Torromino per Onescu. Il romeno si tuffa, ma non trova la palla.
39’ Ammonito Massimo.
40’ Ciceretti, su punizione dal limite, non trova lo specchio della porta e si becca i fischi dello Zecchini.
45’ Concesso 1’ di recupero.

SECONDO TEMPO

 47’ GOL! Pistoiese in vantaggio su punizione concretizzata in rete dal colpo di testa di capitan Di Bari. Difesa grossetana sorpresa.
55’ Cross di Onescu e colpo di testa di Pichlmann. Fuori.
58’ Ammonito Formiconi.
61’ Burzigotti, di testa, sfiora la traversa.
66’ Azione personale di Torromino sulla destra. Il tiro finale della punta maremmana esce di poco.
68’ Ammonito Morero.
73’ GOL! Pareggio del Grosseto con la splendida rovesciata di Morero, su cross dal fondo di Torromino.
78’ Altra bella azione personale di Torromino con tiro rasoterra parato da Pazzagli in tuffo sul primo palo.
83’ Colpo di testa di Giovio su cross di Onescu. L’impatto è debole e Pazzagli, in tuffo, para senza grandi difficoltà.
86’ Traversone di Formiconi per la deviazione in scivolata di Onescu. La sfera finisce fuori facendo la barba al secondo palo.
87’ Mischia in area pistoiese con Onescu che non riesce a tirare da posizione favorevole.
90’ Torromino riceve palla a circa 40 metri dalla porta ospite, avanza incontrastato e tira. Conclusione centrale che finisce tra le braccia di Pazzagli.
90’ Concessi 3’ di recupero.

6 Comments
  1. fabrizio fabbrini 5 anni ago
    Reply

    Nuovo pareggio del Grosseto che finisce in crescendo……….tuttavia sono state palesate le carenze in attacco e l’assenza di un centrocampista dai piedi buoni come per esempio Consonni…….comunque, al di là della scarsa preparazione, dovuta a problemi societari, bisogna incominciare a vincere……….

  2. Per Silva…. Un solo commento,……. aveva pienamente il tifoso di Ascoli che lo conosceva bene, e da quello che vedo mi sembra sia stato anche benevolo il giudizio nei suoi confronti, mi auguro di tutto cuore di sbagliarmi ma mi sembra che oltre ad avere delle carenze tecniche Silva ne abbia anche di caratteriali, guardiamo come si sta comportando con Gambino, ….

  3. sturm und drung 5 anni ago
    Reply

    un punticino e’ sempre meglio di niente……….
    certo, bisognera’ ancora aspettare x avere una squadra vincente.
    L’importante e’ comunque riuscire prima o poi a tornare a vincere e con molta piu’ continuita’………….

  4. Grifo1912 5 anni ago
    Reply

    Non sappiamo le condizioni di Gambino, ma per quello che ha fatto l’anno passato a Trapani meriterebbe di diritto una maglia da titolare fisso. Eppure ancora deve mettere piede sull’erba.
    Io ho sostenuto Silva anche e soprattutto contro questo, Andrea, per il coraggio di prendere una squadra a tre giorni dal campionato e per quanto di buono aveva fatto ad Ascoli.
    Però non mi piace veder giocare una difesa a 5. Perche, potete dire quel che volete su un ipotetico 3-5-2, ma di fatto si gioca abbottonati di brutto, con evidenti difficolta di andare ferso la porta avversaria, senza la spinta dei cursori laterali. Capisco la prudenza in una squadra ancora in rodaggio, ma da ora in poi bisognerà osare un pochettino di piu se si vogliono vincere le partite e se si vuole fare un po piu spettacolo. Gambino, Masia…forse dovrebbero giocare?

  5. Corrado 5 anni ago
    Reply

    Anch’io, da diversi giorni, mi chiedo come mai Gambino non giochi mai. Forse è fuori forma? Masia, per quel poco che si è visto domenica scorsa, mi pare un ottimo giocatore, al quale concederei il massimo della fiducia.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news