Grosseto-Pistoiese: le pagelle

Santiago Morero
GROSSETO 7 Primo tempo, ordinato. In avvio di ripresa, subisce un gol su calcio da fermo. Dopo un iniziale smarrimento, la squadra trova la forza di reagire. I cambi portano nuova linfa e la squadra dopo aver pareggiato, sembra di poter far sua l’intera posta. Il pubblico si infiamma e sostiene con calore.
MANGIAPELO 6 Un solo intervento nel primo tempo, ma insidioso. Per il resto della partita spettatore.
ELEZ 6,5 Offre anche lui copertura e non disdegna proporsi.
MORERO 8 Classe cristallina da massima serie, effettua alcuni interventi in chiusura di grande personalità. Si supera con un gol da antologia.
BURZIGOTTI 6 Si fa scappare la copertura dell’uomo in occasione del vantaggio ospite. Per il resto offre una prestazione sufficiente.
FORMICONI 6,5 Finisce soffrendo molto e rischiando anche la doppia ammonizione, ma spinge con continuità fino alla fine.
ONESCU 6,5 Prova di sostanza. Puntella con Massimo il centrocampo, consentendo a Finazzi di svolgere con maggiore tranquillità il lavoro di costruzione.
FINAZZI 6,5 Messo ad impostare il gioco, sembra aver acquisito migliore condizione fisica. Offre spunti per la manovra d’attacco.
MASSIMO 6 Svolge un buon lavoro di copertura. Esce al 55′ per fare posto a Masia.
BORON 6,5 Buon lavoro sull’esterno. Offre copertura e ripartenze.
PICHLMANN 6 Inizia dando la sensazione di una migliore condizione. Protegge egregiamente il pallone e fa salire la squadra, ma con il passare del tempo cala ed esce al 64′ per Giovio.
TORROMINO 7,5 Il vero motorino in avanti, non disdegna il tiro anche da fuori, risultando spesso pericoloso. Un assist al bacio per Morero sul gol del pareggio.
MASIA 6,5 Entra al 55′ al posto di Massimo. Buona l’impressione. Si propone spesso e lo fa con grinta e determinazione.
GIOVIO 6 Entra al 64′ al posto di uno stanco Pichlmann. Il suo lavoro porta la squadra a mantenersi più alta.
 
Arbitro  
De Angeli 5,5 Fino a che la partita rimane su ritmi bassi, sembra gestire bene, ma come la partita si infiamma in accellerazioni e contrasti, perde la bussola.

 

10 Comments
  1. max 5 anni ago
    Reply

    Ma che partita avete visto?

  2. piede 5 anni ago
    Reply

    Si potrebbe dare un voto anche all’allenatore? Grazie.

  3. Mrm 5 anni ago
    Reply

    Se uno perde e leva l’austriaco per Giovo (!!!!!!) dimostra che l’obiettivo dell’anno è una salvezza tranquilla…

  4. Dario 5 anni ago
    Reply

    Certo che siamo strani qua a grosseto….
    Prima preghiamo Camilli di aver pazienza con l’allenatore..poi dopo 5 partite e con 1 sola sconfitta lo contestiamo..io booo

  5. buttero 70 5 anni ago
    Reply

    Io contesto solo l’atteggiamento….. Giocavamo in casa con la Pistoiese….c’erano 2 categorie di differenza l’ anno scorso…poi puoi anche perdere, ma almeno provaci…

  6. re artù 5 anni ago
    Reply

    molto probabilmente ho visto un’altra partita eppure mi sembrava di essere al CARLO ZECCHINI!!!!!!!

  7. re artù 5 anni ago
    Reply

    scusa piede,ma noi abbiamo un’allenatore?mi sà che aveva ragione un certo andrea:è proprio scarso.

  8. Grifo1912 5 anni ago
    Reply

    Quello che io non riesca capire, pur pensando a scarsa condizione che poi tutto sommato non c’è visto il nostro secondo tempo, è come mai in casa (vedi anchs Reggiana) giochiamo un 5-3-2. Cinque difensori sempre in linea qualunque cosa accada. Nemmeno Neteo Rocco giocava cosi.
    Perche! Qualcuno me lo spiega per piacere!!!

  9. fabrizio fabbrini 5 anni ago
    Reply

    grande Morero, bravo Torromino

  10. buttero 70 5 anni ago
    Reply

    Ce lo spiegasse il mago….Silvan..

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news