Grosseto, Cuoghi: “Battere il Perugia sul ritmo”

GROSSETO – Resta in ballo Asante nello scacchiere di Stefano Cuoghi, L’allenatore del Grosseto spera di recuperare il centrocampista ghanese in extremis ma ha pronta l’alternativa: l’impiego di Biraschi a centrocampo. In attacco dopo gli infortuni da trauma di Delvecchio e Mancini, si gioca una chance importante Simone Esposito sul quale Cuoghi è perentorio: “Per me è una punta  – afferma – poi conta la predisposizione in campo, non è questione di numeri. Biraschi calcia con potenza ed ha una dote secondo me molto importante in un centrocampista: l’intensità”.

Ecco appunto l’intensità è la parola chiave per Stefano Cuoghi: “Non penso che le rimonte subite siano colpa della condizione fisica, sarebbe un alibi facile – spiega – sicuramente a livello fisico dobbiamo migliorare. Ci manca qualcosa di preparazione che consenta alla squadra di tenere alta l’intensità”.

A Perugia c’è la convinzione che il Grosseto farà una partita attendista, Cuoghi non condivide la visione della sfida del ds umbro, nonché suo ex giocatore, Goretti:

Il Perugia è una squadra costruita per vincere, sono cambiati alcuni giocatori ma l’impianto di gioco è lo stesso che ho affrontato la passata stagione – replica Cuoghi – se li fai giocare hanno qualità, e se impostano loro il ritmo di gioco diventa difficile. Dobbiamo riuscire a tenere un ritmo molto alto, aumentare gli inserimenti dei centrocampisti e degli esterni e farlo più volte nel corso della partita. Sono fiducioso – conclude il tecnico del Grosseto– per fare queste cose bisogna allenarsi in un certo modo e quanto ho visto dalla mia squadra durante la settimana mi fa ben sperare”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
;