Presentata l’edizione 2019 dell’Ultra Trail Parco della Maremma

“L’idea dell’Ultra Trail Parco della Maremma nasce dalla passione di quattro sportivi maremmani che, gareggiando in varie zone di Italia, decidono di creare un evento sul territorio grossetano con l’obiettivo di promuovere a livello nazionale non solo il Parco ma tutta la Maremma assieme alle sue eccellenze”. Esordisce così Paolo Vagaggini presidente di TTM asd raccontando la nascita di UTPM giunta alla quarta edizione. “Sin dalla prima prova che si è svolta nel 2015 – prosegue Vagaggini – siamo stati affiancati e supportati dall’Ente Parco, dalle amministrazioni comunali coinvolte sul percorso di gara, dalla Camera di Commercio e da imprenditori locali che condividono i nostri principi”. Il presidente di TTM conclude indicando come obiettivo “oltre alla crescita del numero di partecipanti alla competizione, l’incremento degli imprenditori coinvolti in questo progetto così da poter dare maggiore visibilità non solo alla singola gara ma a tutto il nostro bellissimo territorio”. Quanto detto da Paolo Vagaggini sulla promozione dell’intero territorio maremmano viene confermato anche da Barbara Ciacci manager di Internetfly “abbiamo creato a livello locale delle sinergie con il Liceo Scientifico “P. Aldi” e l’Istituto Alberghiero, la Ausl Toscana Sud-Est, con le strutture ricettive e le aziende agroalimentari del territorio e abbiamo coinvolto nella preparazione e promozione della gara esperti nazionali di Fit e Nordic walking”. I membri di TTM non si sono solamente limitati a una campagna territoriale dell’evento ma “hanno preso parte a manifestazioni in tutta Italia anche con la presenza di uno stand come avvenuto al Capraia Rock Trail e al Milano Running Festival – prosegue ancora la Ciacci – e come accadrà anche la prossima settimana alla Lavaredo Ultra Trail”.

“Avere accettato la sfida di organizzare al Parco la gara UTPM si è rivelata vincente- ha dichiarato la Presidente Lucia Venturi– perché già in pochi anni si è affermata non solo come appuntamento sportivo ma come centro di aggregazione di tanti soggetti del territorio. Questo era uno degli obiettivi che ci eravamo posti con gli organizzatori e sul quale continueremo ad operare”

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news