Connect with us

Calcio

Altra missiva unionista al Comune. Ranucci: “Sindaco male informato o scarsa memoria”

Published

on

Continua, incessante, il botta e risposta tra Us Grosseto e Comune. Infatti, dopo aver ritirato la dichiarazione di disponibilità dello Zecchini presso gli uffici comunali, l’amministratore unico unionista, avv. Antonio Ranucci, ha voluto scrivere un’altra missiva (indirizzata a sindaco, vice-sindaco e al dirigente comunale, dott. Nazario Festeggiato) per puntualizzare il proprio punto di vista sulla richiesta del Comune del pagamento di € 54.250,00 di arretrati. Vedremo se adesso il Comune ignorerà il contenuto di quest’ultima lettera o se vorrà replicare ulteriormente. Comunque sia, ecco la missiva unionista in formato integrale.

Grosseto 20 Giugno 2014

Oggetto: Disponibilità Stadio Carlo Zecchini

Presa visione del contenuto della Vostra comunicazione odierna, possiamo ben dire che l’arcano è stato finalmente svelato. Durante un incontro tra Camilli e Borghi, in presenza di numerosi testimoni, era stato stabilito, in ordine alla convenzione, canoni a Nostro carico per € 12.000,00 + iva con contestuale sponsorizzazione di eguale importo da parte del Comune, talché dagli uffici comunali ci sono stati consegnati i protocolli di convenzione per gli anni 2012/2013 e 2013/2014 che rispecchiavano quanto su esposto.
Oggi ci comunicate che la Giunta non ha approvato quanto concordato.
Ritenevamo che come Camilli si è impegnato, avesse avuto lo stesso valore l’impegno  di Borghi. Purtroppo non è così! Pazienza!
Sarà nostra cura comunicare ad un futuro, per quanto difficilissimo ad oggi, acquirente come comportarsi nei rapporti con le Istituzioni Comunali.
Mai come ora è valido il detto “verba volant scripta manent”.
Considerando il ruolo dell’interlocutore avevamo motivo di ritenere che le parole non volassero, ma c’era già un precedente, mai visti i 40.000,00 € del 2012 dopo il pagamento regolare delle utenze da parte nostra, con relativa consegna delle quietanze.
Teniamo infine a precisare che tutti i consumi ed utenze relative al minuscolo locale  tipo mansarda in cui sono ubicati i nostri uffici,  li ha sempre pagati l’ US Grosseto, così come tutti quelli riferenti allo stadio.  Leggendo le dichiarazioni del Sindaco si evince  che forse o è male informato o ha scarsa memoria.

Distinti Saluti

U.S. Grosseto F.C.

L’Amministratore Unico
(Avv. Ranucci Angelo Antonio)

 

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Conduce la trasmissione web Il lunedì del Grifone ed è il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv.

Advertisement
11 Comments

Commenti

11 risposte a “Altra missiva unionista al Comune. Ranucci: “Sindaco male informato o scarsa memoria””

  1. Grifo1912 ha detto:

    Verba volant scripta manent? Preciso! A me pareva di aver letto in un precedente scritto di Ranucci che il Grosseto veniva regalato al primo disponibile. Qui, in questa lettera, si riparla di “acquirente”. Meno male che l’italiano non è un’opinione, specie quando…è scritto.

  2. Au ha detto:

    Camilli e Ranucci stanno pisciando sempre di piu’ fuori dal vaso…non vedo futuro per l’Usg. Andatevene!!!

  3. ser ha detto:

    Sulla base di questa risposta è lecito supporre che si tratta solo di una questione di soldi. Avevano ben chiara la differenza tra disponibilità e convenzione. Volevano la convenzione , senza alcun impegno per il futuro del Grosseto , per utilizzare gratis lo stadio a loro uso e consumo.” Difficilissimo acquirente” : chi stabilisce che sia difficilissimo? Anche qui si tratta di denaro. Regalone è morto e donato sta male

  4. mb326 ha detto:

    Invece di”sempre piu’annoiato”cambio con”che palle”naturalmemte quelle da bouling!!!!!

  5. Tono ha detto:

    Diatriba tra furbi e finti poveri e nn si sa chi lo è… La fine di tutto è alle porte! TRISTEZZA totale.

  6. Franco simoni ha detto:

    Insomma la vita di Camilli è ancora come sempre costellata di profondi dubbi amletici. Continuo, non continuo, no continuo, no smetto. Vendo, non vendo, no vendo, no ci mancherebbe non vendo a nessuno. Regalo al primo che me lo chiede. Regalo? Ma meglio! Io vojo li sòrdi, sull’unghia!.
    Ma quest’uomo, la sera, lo sa cosa farà la mattina dopo oppure viaggia a fari spenti?
    Insomma, la regala o no questa società senza un euro di debito?
    Altro che noia! Du palleeeeeeeee!!!!

  7. beppe ha detto:

    Ma,nessuno ha commentato un passo fondamentale.Se non ho capito male si lamentano perchè verbalmente avrebbero raggiunto un accordo,diciamo di sponsorizzazione col comune.”Io to do lo stadio,mi dai un certo canone che io,comune ti restituisco,sotto forma di contributo con x causale.Ma se questo non è stato ratificato con la stipula della convenzione,che cosa vogliono?Certo che devono pagare tutto.Sono due anni,a quel che sappiamo che il comune li aspetta per stipulare la convenzione.sono allibito da questa lettera,per me di una leggerezza e dilettantismo allamante.

    • Grifo65 ha detto:

      Caro Beppe hai centrato il bersaglio con le tue parole.
      Dopotutto, non avendo firmato nessuna convenzione ed aver usufruito di stadio uffici e manutenzioni varie, alla fine sono loro i danneggiati ? ah ah ah
      Solo a Grosseto possono capitare queste novelle SVEGLIA!!!

  8. paolino ha detto:

    Ho notizia pressoche’ certa che il Camilli non iscrivera’ la societa’ U.S.Grosseto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook Comments

 

 

Advertisement

Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi