C5 serie A2, Izzo blinda la vittoria dell’Atlante

Alessandro Izzo portiere dell'Atlante

 

 

ATLANTE GROSSETO – CASTELLO 7-3 (2-2)

FOLLONICA – Con grande fatica l’Atlante supera il Castello nel turno infrasettimanale del campionato di Serie A2. Il risultato di 7-3 cela le difficoltà avute dai maremmani nello scontro del Palagolfo, vinto grazie anche alla superlativa prestazione di Alessandro Izzo, solitamente riserva di Borriello e inserito a difesa della porta per un fastidio avvertito nel pre gara del titolare.

I biancorossi giocano una partita sotto gli usuali standard, la squadra di Chiappini non ha recuperato al meglio dalla trasferta romana di sabato e la differenza atletica in campo è tutta a favore del Castello, gli emiliani: di presentano ripetutamente davanti ad Izzo ma non lo battono mai. Bender porta in vantaggio l’Atlante a metà frazione e ciò fa adagiare fin troppo i compagni di squadra. Gli avversari affondano ripetutamente nella retroguardia e dopo aver sbattuto a lungo sul portiere maremmano fra il 16’ e il 17’ ribaltano il risultato: prima Drago poi il tiro deviato di Cavina che spiazza l’estremo e fa 2-1 Castello. A venti secondi dall’intervallo rimedia Barelli con un tiro rimpallato che fa 2-2.

Ancora una volta il capitano dei biancorossi sarà protagonista determinante: in avvio di secondo tempo fulmina con un diagonale al volo da posizione defilata il portiere del Castello. Subito dopo segna Baluardi. Il 4-2 non ferma però gli ospiti che innescano un tiro al bersaglio nei confronti di Izzo: Salles è il più pericoloso ma l’estremo biancorosso sfodera tutta la sua bravura. Alla fine Salles all’ennesimo tentativo batte Izzo al 13’ con un diagonale angolatissimo dal settore mancino. La gara si fa tesa, sale il numero dei falli. I maremmani rifiatano quando Keko guadagna una punizione al limite dell’area a poco più di 3’ dal termine: Alex batte di potenza e sorprende sotto le gambe il portiere: 5-3. Provvidenziale l’acuto dello spagnolo che costringe subito il Castello a schierare il portiere di movimento. L’Atlante difende con ordine poi buca a porta sguarnita prima con Barelli e infine con Keko gli avversari che finisco in dieci per il doppio giallo rimediato da Cavina.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news