Pagelle Grosseto: prestazione dai due volti, convince Di Gennaro

Di Gennaro riceve palla

GAGNO 7 Tutto condensato nella parata finale che salva la squadra. Di piede si oppone a Satta e si guadagna i ringraziamenti più sinceri di tutti i compagni.

UNGARO 6 Gestisce con personalità tre quarti dell’incontro, non soffre le avanzate avversarie, nel finale neanche lui riesce ad arginare il panico che coglie la formazione maremmana.

SCHETTINO 6,5 Offre protezione alle invenzioni di Zotti e si sgancia in attacco conquistando un fondamentale calcio di rigore. Finisce la benzina nel finale, rischia di sguarnire un po’ troppo al difesa.

LIBUTTI 6 Non patisce l’arretramento sulla linea difensiva del 4-4-2. Finché resta lui in campo la difesa sembra registrata alla perfezione. Esce, sofferente per la botta alla testa ricevuta la settimana precedente a Genzano, e cominciano i guai.

DIGIORGIO 6 Bella gestione della difesa ma quando esce Libutti non riesce a coprire i buchi che si aprono nella retroguardia.

NICHELE 6 Primo tempo da protagonista della mediana, molto meno proficua la ripresa, i reparti si allungano e il Grosseto concede man mano campo all’avversario.

LAVOPA 6,5 Prestazione da due volti, convincente quando c’è da puntare l’uomo, quando si tratta di andare a scalare o di sostituire il terzino destro non è proprio a suo agio. Colpisce un palo al primo minuto di recupero.

VACCARO 6 Resta il dubbio sulla staffilata che colpisce al traversa e rimbalza sulla linea di porta. Gara ordinata, nel finale cerca di cucire i reparti e spende un giallo per tamponare l’assalto dei sardi.

PALUMBO 6,5 Voglioso, ispirato ma fermato da una fitta al ginocchio. Gol d’apertura, il diciottesimo, a seguire un paio di altre nitide occasioni. Manca l’acuto per chiudere la gara poi esce per un guaio tutto da valutare.

ZOTTI 6,5 Spacca il primo tempo con la voglia di un ragazzino, si accentra o salta l’uomo da vera ala. Rincorre anche l’avversario ma nella ripresa il suo apporto è meno proficuo coi compagni che faticano a mantenere le distanze. Ritrova il gol, campione ritrovato?

DI GENNARO 7,5 Chi non si è mai perso d’animo e trascina la squadra lottando su ogni rimessa laterale è Francesco Di Gennaro professione far fare i gol ai compagni. Assist per Palumbo e una marea di azioni che lo vedono come punto di riferimento. Lezione di esperienza.

subentrati

Cremonini 5 Da mezzala entra al posto di Libutti per fare il terzino destro, che è fuori ruolo si vede nel giro di un minuto, dopo il palo arriva un’altra imbucata e il Grosseto subisce il gol del Muravera. Tardivo l’avvicendamento prima con Lavopa e poi con Peana.

Nappello SV un paio di sfuriate ma la palla non entra.

Peana SV Inseritoper dare copertura ad una fascia destra sconquassata con troppa facilità da Nurchi. A destra si soffre lo stesso.

GROSSETO 6 Ha potenzialità ma non si applica, come uno scolaro che fa metà del compito, stavolta va bene solo perchè ottiene i tre punti.

1 Comment
  1. Buttero70 4 anni ago
    Reply

    Voto generoso x Zotti…le partite durano 90 minuti…e anche Palumbo non può avere 4 occasioni clamorose e fare solo 1 goal….

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news