La Sanitaria Gea espugna il parquet di Livorno in gara1 di finale

Le ragazze del Gea Grosseto esultano dopo la vittoria

Pielle Livorno-Sanitaria Ortopedica Grosseto 39-43

PIELLE LIVORNO: Amendolea 10, Scuderi, Filoni 6, Toti 5, Burgalassi 5, Barsotti 10, Antonelli 5, Geromin, Del Rio, Vannozzi. All. Betti.

SANITARIA GEA:  Costanza Balestrazzi 2, Angela Sposato, Furi 9, Giulia Camarri 4, Tamberi 7, Nalesso 3, Beatrice Balestrazzi,  Bellocchio 6,  Cazzuola 7, Benedetti 5. All. David Furi-Luca Faragli.  

ARBITRI: Giulio Borchi di Pontedera e Lorenzo Cammilli di Empoli.

PARZIALI: 16-12, 22-24; 31-32

NOTE: uscita per falli Amendolea, Antonelli.

Straordinaria impresa della Sanitaria Ortopedica Grosseto che infligge la prima sconfitta della stagione alla Pielle Livorno (43-39) nella prima partita della finale per la promozione in serie B femminile. Le ragazze di David Furi hanno disputato una gara straordinaria, tutta carattere e cuore, nella gara più difficile dell’anno e ora possono sognare il salto di categoria avendo a disposizione un match ball mercoledì alle 21 al Palasport di via Austria. Marta Nalesso e compagne, con una difesa asfissiante, non hanno concesso sulla all’attacco più forte e potendo giocare una pallacanestro tecnica, sapendo di non avere nulla da perdere, hanno messo continuamente in difficoltà le locali che non si aspettavano sicuramente un avversario così motivato e fisicamente pronto a giocarsi tutte le carte per la serie B.

Le ragazze di David Furi hanno giocato alla pari con la corazzata livornese (imbattuta prima di gara, con 24 vittorie) per tutto il confronto.  La Gea ha messo la testa avanti nelle battute iniziali, prima del sorpasso locale sul 10-9. Il Livorno   è arrivato ad un vantaggio massimo di sei punti (16-10), prima di andare alla chiusura del primo quarto sul 16-12. Nel secondo periodo però Nalesso e compagne si sono rifatte sotto, mettendo la freccia sul 20-21 e dopo aver avuto anche tre lunghezze di differenza sono andate all’intervallo lungo sul 22-24. Al rientro dagli spogliatoi la Pielle è riuscita subito a recuperare lo svantaggio e a portarsi avanti di qualche lunghezza. La Sanitaria non si è persa d’animo e dal -5 si è portata al +1 (32-31) firmato dal canestro di Sarah Tamberi a 1’30 dalla fine del terzo quarto. Le due formazioni hanno fallito dalla lunetta ad una manciata di secondi e sul 32-31 si è arrivati all’ultimo periodo.  Il primo canestro della quarta frazione è stato di marca grossetana, poi Livorno  si è riportato con 33-34 con due liberi. Dopo il pareggio labronico, la gara è andata avanti in perfetta parità, fino allo strappo decisivo della Sanitaria. Elena Furi ha firmato il sorpasso dalla lunetta (39-40) a 1’17 dalla fine. Il libero di Giulia Camarri e il canestro di Marta Nalesso dalla distanza con l’aiuto del tabellone hanno fatto volare la Gea che ha esploso tutta la sua gioia, accompagnata da qualche lacrimuccia, al suono della sirena. Il sogno della serie B prosegue e adesso si chiede aiuto alla città per farlo diventare realtà.

Finale serie C. Pielle Livorno-Sanitaria Ortopedica Grosseto 39-43. Gara2 mercoledì ore 21, ev. gara3 lunedì ore 21.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news