Promozione: tre punti salvezza per il Fonteblanda, rischia grosso il Manciano. Male Albinia e San Donato

Foto di P.Censini (asdfonteblandablogspot)

Grosseto. Il Fonteblanda, nella venticinquesima giornata di Promozione, si è aggiudicato di misura il derby maremmano con il Manciano superandolo 1-0 all’Armenti. Un risultato che mantiene, da soli, i neroverdi all’undicesimo posto e fuori dalla zona play out. In questo momento quindi la squadra di Ripaldi sarebbe salva.
L’undici fonteblandino è partito forte e dopo 10 minuti andava in gol con Ingrossi. Una rete che si è poi rivelata decisiva. I biancorossi hanno cercato per tutta la gara di pareggiare senza riuscirci. Troppe assenze e molta stanchezza nel finale. La squadra di Tommasi ci ha provato ma non ce l’ha fatta.

Ed ora i biancorossi, penultimi con 17 punti, rischiano anche di retrocedere direttamente.

Male l’Albinia, battuta al Combi dal Fratres Perignano e sempre più vicina a dover disputare i play out per riuscire a salvarsi. Dopo 45 minuti senza gol, nella ripresa dopo una decina di minuti gli ospiti passavano in vantaggio con Moni. La squadra di Minucci reagiva ma solo a tratti, purtroppo scoprendosi in difesa. E a pochi minuti dal termine veniva punita in contropiede dal gol di Caroti.

Infine, il San Donato, sul campo della capolista San Miniato Basso, ha perso 2-1 pur disputando una buona gara. Dopo 10 minuti di gioco erano i miniatini a passare in vantaggio gelando i bianco verdi. La squadra di Cinelli però non si abbatteva reagendo bene allo svantaggio. Infatti nella ripresa, dopo 8 minuti era Angelini che trasformava un rigore riportando le formazioni in parità. Ma l’equilibrio durava poco perché una decina di minuti dopo i primi della classe passavano nuovamente in vantaggio. I maremmani provavano a ristabilire nuovamente l’equilibrio ma questa volta non c’era nulla da fare.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW