Connect with us

Calcio

Il punto dopo la 18° giornata in Prima Categoria: l’Albinia fa il vuoto!

Published

on

ALBINIA, PROVA DI FORZA: SPALLATA DECISIVA? SPETTACOLO A MASSA, MA LA SPUNTA LO SCARLINO. BLITZ PER ARGENTARIO E AURORA.  Al minuto nove della giornata di ieri, la 18esima, il campionato sembrava potersi incredibilmente riaprire: Albinia in 10 per il rosso diretto a Pira e pallone sul dischetto per il Pienza che poteva valere un virtuale -5 in classifica. Invece, una prodezza di Bigoni respinge il tentativo di Mucciarelli, facendo rimanere in partita i suoi e dando il là a una prestazione di fatto epica, perché riuscire a ottenere i tre punti in inferiorità numerica contro la seconda in classifica (tra l’altro formazione tostissima e in forma) non è comunque impresa comune. Invece i rossoblù hanno voluto dare un’ulteriore (decisiva?) spallata a una annata che sta diventando trionfale, tenendo egregiamente il campo e pungendo su due azioni fotocopia da calcio d’angolo, dove Angelini, con il suo sinistro, ha innescato prima la zuccata di Amorfini e poi quella di Tamalio che valgono un larghissimo +11 in graduatoria. Il numero 10, trascinatore a suon di reti dell’Albinia nel girone di andata, è stato parte attiva di molte altre marcature, ma da elogiare è tutto un complesso che sa adattarsi alla grande a tutte le situazioni, sia quando si deve usare il fioretto che quando serve la sciabola. L’avversario dell’Albinia da qui alla fine del campionato, sarà l’Albinia stessa, sarà importante evitare i fisiologici cali di tensione per portare a casa una vittoria al momento strameritata. Il Pienza, comunque, non esce ridimensionato, con un ruolino di marcia impressionante per una matricola e che ha ancora tutto il girone di ritorno per poter dimostrare il proprio valore. Grande partita anche quella vista all’ “Elmi” di Massa Marittima, dove i locali e lo Scarlino hanno dispiegato tutto il proprio potenziale offensivo producendo un frizzante 3 a 4, con Colato e Cosimi decisivi nella rimonta della truppa di Cinelli: due squadre dal potenziale forse ancora non del tutto rivelato, che saranno sicuramente protagoniste per la postseason. Sorridono anche Argentario e Aurora Pitigliano, vincitrici in trasferta contro, rispettivamente, Ponte d’Arbia e nel derby a Sorano: i santostefanesi sembrano aver invertito la tendenza, perdendo forse qualche punto di troppo in casa ma avendo un percorso esterno da aspirante ai playoff, mentre i gialloblù ringraziano ancora una volta Nuvola le cui reti hanno un’incidenza mostruosa sulla propria classifica. Buon punto, che poteva anche essere qualcosa in più, per il Caldana, che rimane agganciato al treno salvezza con il pareggio contro il San Miniato, mentre preoccupa l’involuzione del Manciano patita a cavallo dei due gironi: il blitz della Virtus Chianciano al “Niccolai” ha ancor di più complicato una situazione da cui i biancorossi devono uscire il prima possibile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi