Editoriale – Gianni Canuti ed il giusto utilizzo dell’informazione immediata

Baldoni con il presidente Mancini e il delegato Figc, Gianni Canuti

Grosseto. Mi sembrava doveroso  far chiarezza circa la polemica nata per le informazioni arrivate all’ultimo istante nel rinviare le gare del campionato provinciale di terza categoria.
Partendo dal presupposto che ho vissuto in prima persona l’andamento della situazione e dei fatti posso assicurare che il consigliere regionale, Gianni Canuti, e il comitato provinciale Figc si è mosso fin dalle prime ore del mattino di domenica per raccogliere informazioni dagli organi preposti per capire se era possibile giocare o meno e soprattutto spostarsi in auto.

Ricordiamo infatti che solo in casi estremi di avvenimenti meteorologici è possibile rinviare gli incontri. Dopo l’avviso del sindaco Vivarelli Colonna dell’allerta rossa, Gianni Canuti ha tentato di mettersi in contatto con il Comitato Regionale Toscano a Firenze, ma purtroppo era difficilissimo in quanto subissato dalle chiamate che arrivavano da tutta la regione.

Il consigliere regionale quindi alle 12,30 circa prendeva sotto la sua piena responsabilità la decisione di non far giocare tutte le squadre del comune di Grosseto e doveva comunicarlo il prima possibile.
Si è così giustamente affidato alla nostra testata giornalistica in modo da arrivare direttamente agli interessati per poi pochissimi minuti dopo dare la comunicazione telefonicamente.

Questo ci sembrava doveroso scriverlo e raccontarvelo e anzi elogiare il comportamento di Canuti che attraverso noi ha utilizzato un modo di comunicare tempestivo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW