La serie A è più competitiva

Doveva essere l’anno della svolta. Dopo gli otto titoli nazionali vinti dalla Juventus, la stagione di Serie A 2019-20 partiva con una serie di realtà in più riguardo le contendenti allo Scudetto, o per lo meno si proponeva come un campionato più aperto e incerto rispetto agli ultimi. A dimostrarlo lo è l’exploit dell’Inter di Antonio Conte, per adesso leader assoluta della classifica del campionato dopo aver inanellato tre vittorie consecutive. Il trionfo contro l’Udinese, grazie a un goal del neo acquisto Sensi, è stato importante per i nerazzurri, i quali si inseriscono quindi di diritto nella lotta al titolo nella quale sono coinvolti la Juventus e il Napoli, le due squadre che si sono contese lo Scudetto negli ultimi due anni.

Dopo queste prime tre giornate, quindi, la contesa per il posto più importante di tutti sembra essere più interessante. La Serie A di quest’anno è più competitiva rispetto agli ultimi anni, almeno per quanto si è visto in questo momento, nonostante la grande favorita alla vittoria resti comunque la Juventus, da come si evince dalle quote delle scommesse sul calcio di bet365. Quel che è certo è che nella stagione in corso l’arrivo dell’Inter in alta quota sarà un elemento che conferirà maggiore spettacolo e incertezza, nonostante per la truppa di Antonio Conte, il vero rivoluzionario di questo momento in Italia, il test di domenica prossima nel derby con il Milan potrebbe già rappresentare un indicatore importante. I nerazzurri hanno dimostrato di essere soprattutto solidissimi in difesa, come reso chiaro dall’unico goal subito fino al momento. L’Inter può contare anche su un attacco importante, il secondo migliore del campionato con 7 reti, a pari merito con l’Atalanta e dietro al Napoli con 9. In sostanza, grazie ai nerazzurri potremmo vedere un campionato molto più aperto.

Per quanto riguarda la lotta allo Scudetto, il Napoli ha saputo riprendersi dopo la cocente delusione della sconfitta di Torino contro la Juventus arrivata all’ultimo momento per un autogol di Kalidou Koulibaly. La vittoria per 2 a 0 contro la Sampdoria di sabato scorso è stata importante per gli uomini di Carlo Ancelotti, bravi a rintuzzare gli attacchi di un Fabio Quagliarella sempre motivatissimo al San Paolo e soprattutto concreti in zona goal, con un Dries Mertens autore di una doppietta e sempre più vicino a superare sia la leggenda Diego Armando Maradona sia il suo ex compagno di squadra e capitano Marek Hamsik per quanto riguarda le reti realizzate in maglia azzurra. La Juventus, invece, è stata fermata da una Fiorentina battagliera e ostica in quel dell’Artemio Franchi, non riuscendo così a seguire il passo dell’Inter e restando quindi ferma a 7 punti. In questo momento, dunque, con l’Inter prima a punteggio pieno e la sorpresa Bologna seconda a 2 lunghezze in meno, i bianconeri dovranno rimboccarsi le maniche per recuperare quanto prima il terreno perduto. 

La Serie A di quest’anno sembra essere molto più avvincente delle ultime edizioni. Grazie all’Inter ma anche grazie all’Atalanta e al Bologna, realtà provinciali in rampa di lancio. 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news