Il direttore sportivo Stefano Piselli sbatte la porta e lascia la società di volley Vigili del Fuoco

Grosseto. Il direttore sportivo dei Vigili del Fuoco Stefano Piselli, sbatte la porta e lascia la società grossetana. Il dirigente del gruppo sportivo pallavolo ”M. Boni” dopo circa vent’anni di attività rimette il mandato nelle mani del presidente Giuseppe Del Brocco e si dimette. “Una decisione sofferta, ma necessaria e sopratutto irrevocabile” spiega Piselli, uno degli artefici della rinascita del sodalizio maremmano nel mondo del volley. Piselli, prima come giocatore è passato dirigente, quando la sede del comando di Grosseto si trasferì da Via Senese a quella attuale di Via Carnicelli. Fu lui, insieme ad altri appassionati, che si mise subito al lavoro per ricreare la vecchia società, operazione che riuscì con successo. L’ex direttore sportivo, in particolare è rimasto deluso dall’epilogo della vicenda Stefano Spina, che ha avuto ripercussioni anche all’interno del gruppo dirigenziale. Si parla di una infuocata riunione con i dirigenti, che poi ha portato il direttore sportivo dei “Pompieri” a rassegnare le dimissioni. Un gesto che potrebbe aprire una grave crisi all’interno del gruppo grossetano. Piselli infatti stava lavorando per trovare un nuovo allenatore a cui affidare l’under 16, ma anche la prima squadra, quella che dovrebbe giocare in serie D potrebbe essere a rischio. Per il momento rimane confermato alla guida del sestetto femminile, il tecnico Massimo Mantelli, ma visto come è cambiata la situazione, non è da escludere anche una sua rinuncia. A questo si potrebbero aggiungere anche altre dimissioni a livello dirigenziale, che potrebbero addirittura fare sparire la stessa società dalla pallavolo locale. Solo nei prossimi giorni si potrà sapere qualcosa di più preciso e cosa accadrà all’interno della società biancorossa e sopratutto se riuscirà a superare una crisi che arriva nel momento meno opportuno della stagione, quando si devono programmare tutti i campionati futuri.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news