Hockey, il Cp Grosseto presenta il colpo Saavedra

Grosseto. Il Circolo Pattinatori Grosseto 1951 comincia a riscaldare l’ambiente cittadino in vista del ritorno nel campionato di serie A2 di hockey pista, dopo ben trentuno anni di assenza.

Venerdì mattina, nella palestra dell’impianto di via Mercurio a Barbanella, la nuova casa della “Big red machine”, è stato presentato alla stampa Pablo Saavedra, il quinto straniero nella storia dei Pattinatori, dopo l’olandese Theo Habraken e gli argentini Raul Martinazzo, Kiko Salcedo e Carlos Moreta.

«Siamo orgogliosi – ha esordito il presidente della società biancorossa Stefano Osti – di aver qui Saavedra e lo ringraziamo per aver accettato le nostre proposte».

Con l’arrivo di Saavedra che dopo aver mosso i primi passi nel San Juan ha militato nel Tenerife, nel Quevert in Francia e in tre formazioni di serie A1 italiane, Follonica (dove arrivò una prima volta nel 2011-2012), Prato e Scandiano, disputando sempre ottimi campionati,  si è conclusa la campagna di rafforzamento. «Il primo nuovo giocatore – ha sottolineato Osti è – stato Federico Buralli che come Pablo è reduce da una stagione a Scandiano. La squadra è fatta: abbiamo confermato il gruppo che ha conquistato la promozione in A2 dopo aver dominato la regular season. Non c’è più Andrea Lugli, tornato all’Spv Viareggio alla fine del prestito, mentre Filippo Rosati farà l’elastico tra l’A2 e la serie B. Ringrazio Saavedra ma anche gli altri giocatori che con entusiasmo hanno deciso di continuare a legare il loro nome alla nostra squadra».

«Crediamo di avere un gruppo competitivo – ha proseguito il massimo dirigente del Cp Grosseto – che si pone l’obiettivo di confermare la categoria, ma che strizza anche l’occhio ai playoff. La riforma dei campionati prevede un allargamento delle squadre che lotteranno per il salto di categoria e questo è sicuramente  un incentivo in più per disputare un campionato che dia soddisfazione e possa rinverdire i fasti degli anni Settanta-Ottanta. Le prime otto classificate disputeranno quindi i playoff, le ultime quattro a poule retrocessione, portandosi dietro la metà dei punti conquistati. Mi auguro dunque di fare almeno jn turno di playoff da regalare ai nostri appassionati». Pablo Saavedra, che si è presentato in conferenza stampa con la maglia da allenamento del Grosseto, si è detto «contento di entrare a far parte di questa società. Sono mesi che mi seguivano e mi è piaciuta  la voglia di vedermi giocare qua. In questi pochi giorni ho potuto notare che è il Circolo Pattinatori è una bella società, con molte persone accanto alla squadra».

«Farò di tutto per ambientarmi nella nuova categoria – ha aggiunto –  Per portare gente a vedere le partite  dobbiamo vincere. C’è da lavorare ma facendo le cose per bene possiamo andare lontano».

Il neobiancorosso si è presentato così: «Sono un giocatore da ultimo passaggio.  Non tengo il conto delle reti fatte. L’importante è che vinca la squadra. In Maremma ho trovato una nuova casa, dopo aver fatto belle esperienza anche all’estero: in Francia è ammessa la presenza di tanti stranieri  e questo fa alzare il livello. A Quevert ho giocato per la prima volta in Coppa Campioni (l’ho giocata anche a Follonica), ma ci siamo fermati al primo turno dopo aver trovato Barcellona e Benfica.  A Tenerife bel campionato ma i continui spostamenti in Spagna hanno fatto finire le risorse».

Saavedra durante la stagione metterà la sua esperienza al servizio dei più piccoli: andrà nelle scuole per fare promozione ad una disciplina che ha profonde radici in città».

La presentazione di Saavedra si è svolta come detto in via Mercurio. «Ci troviamo in un luogo – ha rimarcato Stefano Osti – che dal prossimo campionato sarà il teatro della stagione. I lavori inizieranno a metà della settimana prossima per far sì che la pista sia disponibile per il 19 ottobre, quando faremo l’esordio casalingo in A2».

Osti ha accennato anche agli altri impegni dei Pattinatori per la prossima stagione. «Abbiamo l’obbligo di partecipare alla B e lo faremo con i giovani che escono dal roster di A2,  un paio di veterani e gli under 17 che a rotazione daranno il loro contributo e avranno così modo di misurarsi con ragazzi più grandi e fare esperienza.  Con l’arrivo di un altro giocatore  da una città vicina a noi, dobbiamo individuare solo un altro rinforzo. Il Grosseto sarà iscritto alle categorie under 17, under 15 e under 11. Salteremo, per quest’anno, gli under 13.  I ragazzi di quell’età saranno aggregati alla under 15. A settembre al via anche avviamento e mini hockey. La presenza di un campione come Saavedra potrà essere una spinta per avvicinare il pubblico all’hockey. Colgo l’occasione per ringraziare gli sponsor che ci stanno accompagnando in questa avventura».

Progetto con le materne. «Mercoledì prossimo, 24 luglio – ha anticipato il vicepresidente Giorgio Giusti – metteremo nero su bianco su un progetto presentato all’assessore comunale Chiara Veltroni – per quello che riguarda l’ingresso dell’avviamento al pattinaggio nelle scuole materne. Pablo Saavedra e altri istruttori faranno muovere i primi passi ai bambini in pista. La nostra società metterà a disposizione gratuitamente i pattini e il caschetto protettivo. Sarà la prima iniziativa che abbiamo adottato da quando siamo concessionari dell’impianto di via Mercurio. Staremo tutto il giorno alla pista per seguire i nostri atleti grandi e piccoli, convinti che l’avere a disposizione quest’area possa essere il lasciapassare per arrivare a qualcosa d’importante».

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news